CANI E GATTI

Zecche nei nostri amici a quattro zampe: come riconoscerle

LEGGI IN 2'

Le zecche nei cani sono davvero un gran problema, sia per Fido che ne soffre le conseguenze sia per i proprietari, che non sanno mai come fare. Soprattutto per riconoscere questi parassiti che si posizionano in punti specifici del corpo dei nostri amati pets per succhiarne il sangue. Riconoscerle e trovarle non sempre è così semplice, soprattutto se la pelliccia è molto folta. Inoltre si potrebbero spostare spesso per trovare le zone più adatte al loro "lavoro".

Le zecche di solito si "aggrappano" al corpo degli animali ed è anche difficile toglierle. Per questo è bene riconoscere subito i primi sintomi di questo problema, andando ad agire immediatamente per poter dare sollievo ai poveri pets. Il supporto del medico veterinario anche in questi casi è assolutamente fondamentale.

Lo sapevi che nel mondo ci sono più di 850 specie di zecche? Per fortuna sono tutte molto simili. Le larve sono piccolissime, come dei puntini neri o rosse. Invece, le ninfe sono un po' più grandi, come un semino. La zecca adulta ha la forma di una lacrima, è marrone e ha le dimensioni di un seme di mela. Dopo i pasti le loro dimensioni aumentano arrivando anche al centimetro.

Dove trovare le zecche

Di tanto in tanto dovremmo controllare la pelliccia di cani e gatti per trovare le zecche, semplicemente passando le dita nel loro pelo, perché potremmo sentirle al tatto. Le zone più colpite sono quelle del collo, delle orecchie, della testa, del muso, delle zampe (anche tra le dita). E persino nella coda e nell'area inguinale.

Cosa fare con le zecche

Una volta individuata non cedere alla tentazione di toglierla con le mani. Devi usare delle pinzette, afferrando il parassita vicino alla bocca e agendo con estrema delicatezza. Potresti infatti lasciare una parte del corpo del parassita sulla pelle del cane, causando un'infezione. Ricordati sempre di disinfettare la zona. E chiama il veterinario per sapere cosa fare.

La prevenzione è infine fondamentale: esistono tanti antiparassitari formulati in maniera tale da evitare la loro comparsa nella tua vita e in quella del tuo pets.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta