VIAGGI

Vacanze Sardegna 2020: come raggiungere l’isola

Le vacanze in Sardegna sono sicuramente tra le più ambite. Come si arriva sull'isola quest'anno? In volo o in traghetto come sempre, ma per partire devi avere la registrazione obbligatoria sul sito della regione da esibire all'imbarco.
LEGGI IN 2'

Inizia oggi il primo giorno dell’estate 2020 e sono tanti gli italiani che vogliono andare in vacanza. Ma lo sai che, tra i connazionali, uno su cinque andrà in Sardegna per passare un periodo di riposo al mare. Questi sono gli ultimi dati Codacons, che dimostrano come il turismo sia in lieve riprese rispetto al mese precedente.

Nonostante la paura della pandemia e le difficoltà economiche, l’80 percento degli italiani che si concederanno una vacanza resterà in Italia, mentre a concedersi un momento di svago tra giugno e settembre sarà solo il 51% delle cittadinanza, poco più di 30 milioni di italiani, con una riduzione di circa il 23% rispetto al 2019.

Tra le destinazioni più apprezzate, ci sono Puglia (scelta dal 28% dei vacanzieri), al primo posto, seguita da Sicilia (24%) e Sardegna (18%). Ma come si raggiunge la Sardegna? È possibile arrivare in volo, atterrando ai tre aeroporti dell’isola, ovvero Cagliari, Alghero e Olbia. In alternativa potreste scegliere il traghetto che dovrebbe raggiungere i porti di Porto Torres, che si trova al Nord ed è il più comodo per chi parte da Genova, Olbia, Arbatax o Cagliari.

Hai un obbligo prima di goderti la vacanza. Devi effettuare una registrazione obbligatoria (sul sito della Regione), sia che tu stia arrivando in Sardegna in nave che in aereo, sia che tua sia un turista o un residente.

Oltre ai dati anagrafici, vengono richiesti i dati relativi al viaggio e alla permanenza in Sardegna: la data di arrivo in Sardegna, la città e la nazione di provenienza, il numero del volo e il nome della nave, l’orario di partenza, il nome della compagnia con la quale viaggerete, ma anche la struttura nella quale soggiornerete, la località, il suo indirizzo, la data di ingresso e di ripartenza e di nuovo tutti i dati del viaggio di ritorno. Si può anche allegare il documento di identità scannerizzato (basta anche la foto da smartphone).

Dopo aver compilato il modulo online si riceve una email di notifica dell’avvenuta registrazione che si dovrà esibire al momento dell’imbarco. La mail in questione contiene un codice QR e un id di conferma, insieme al link alla “scheda di ricerca di possibili pregressi infezione o contatto col Covid-19“. È da compilarsi 48 ore prima della partenza.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione