RICETTARIO

La ricetta della socca di Nizza originale, la farinata di ceci francese

PREPARAZIONE

Una ricetta facilissima della cucina francese e in particolare del sud della Francia è la socca di Nizza, una deliziosa farinata di ceci che viene solitamente cotta nel forno a legna e servita a losanghe nei ristoranti o anche dagli ambulanti, per una consumazione da passeggio.

La socca va in effetti annoverata fra gli street food più in voga dell'area nizzarda, ma la sua ricetta, con qualche variazione dovuta alle tradizioni locali, è abbastanza simile a quella delle farinate di ceci italiane. A rendere unica la socca è lo spessore piuttosto sottile e un contrasto più accentuato fra la parte croccante esterna e quella più morbida interna.

Per ottenere questo risultato è essenziale che l'impasto, una volta preparato, riposi per almeno mezz'ora prima della cottura. Per eseguire la ricetta in casa e preparare una socca di Nizza a regola d'arte, anche in mancanza del forno a legna, andrà benissimo una cottura in padella di ghisa.

La ricetta della socca nizzarda

In una ciotola versiamo la farina di ceci e l'acqua a filo, mescolando costantemente per evitare la formazione di grumi. Aggiungiamo sale e pepe ed eventuali spezie e odori se vogliamo darle un aroma più intenso o diverso, smorzando o esaltando il sapore dei ceci, di per sé molto forte.

Copriamo l'impasto e lasciamolo riposare per almeno 30 minuti. Dopo di che mettiamo sul fornello la padella di ghisa e copriamo il fondo con olio extravergine di oliva. Dovrà essere molto caldo quando verseremo l'impasto della socca, che non dovrà essere superiore al mezzo centimetro.

Cuociamo per circa 5-10 minuti o comunque fino a quando i bordi della nostra farinata di ceci non si imbruniscono, a questo punto giriamo la socca dall'altro lato e terminiamo la cottura. Dopo di che sistemiamo su un piano da lavoro e tagliamo a spicchi, poi serviamo.

Se preferiamo possiamo cuocere la nostra socca di Nizza anche in forno con le stesse identiche modalità e sempre usando un supporto in ghisa. In questo caso la temperatura dovrà essere piuttosto alta, circa 220/230° C statico.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Ogni giorno un nuovo trucco!

Vieni su Instagram per scoprire curiosità, trucchi per la tua casa e molto altro.

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta