BELLEZZA

Smagliature, il trattamento del futuro si chiama laser frazionale

LEGGI IN 2'

La smagliature sono delle vere e proprie cicatrici e come tali sono difficili da curare e ridurre. Possono comparire per una forte oscillazione di peso (sei ingrassata molto in gravidanza? Hai fatto una dieta dimagrante molto rapida?), per sbalzi ormonali e perché la pelle è estremamente secca e poco elastica. Il consiglio è quello di fare di tutto per prevenirle. Come? Applicando sempre una buona crema idratante o un olio vegetale, mattina e sera. Se ormai le smagliature sono comparse, non devi disperare. Ci sono diversi trattamenti estetici che possono migliorare i segni lasciati dalla rottura delle fibre elastiche. Tra le novità, c'è il laser frazionale.

Che cos'è il laser frazionale?

Quello che si utilizza per la smagliature è un laser non ablativo frazionale, caratterizzato da un fascio luminoso. Lavora su piccole porzioni di derma attraverso un manipolo, che lascia una sensazione simile a quella di tanti piccoli spilli (non è doloroso). La coagulazione del tessuto serve a stimolare la crescita di nuovo tessuto sano e innescare un processo di guarigione che dovrebbe eliminare completamente le smagliature. Un trattamento comprende circa 4/5 sedute e non si può fare più di un laser al mese (il costo di un ciclo è compreso tra i 400 e gli 800 euro).

Funziona realmente?

Nessuno può assicurarti che il laser sia risolutivo: questa certezza purtroppo non la dà nessun intervento cosmetico o estetico. È un trattamento molto efficace e dovrebbe ridurre i segni del 50 percento se le smagliature sono molto profonde e vecchie e dell'80 percento se invece sono visibili, non eccessive e soprattutto recenti. Dipende molto dalla storia personale. Questo genere di laser dà ottimi risultati anche sulle rughe (in questo caso si chiama Fraxel laser terapia e va eseguita solo da medici dermatologici).

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione