BELLEZZA

Protezione solare fisica e chimica: qual è la differenza?

Proteggere la pelle dal sole e dagli eventuali danni del sole è molto importante e il modo più efficace è applicando una crema solare. Ecco alcuni consigli per distingue tra filtri fisici e chimici.
LEGGI IN 1'

La protezione solare è la prima cosa che dovresti mettere in valigia durante l’estate. In realtà, dovresti fare molto di più. Dovresti tenerla in borsetta perché va applicata sempre, non solo al mare. Le formulazioni dei hanno fatto molta strada negli ultimi anni, ma ci sono così tante opzioni, che trovare il tuo Santo Graal richiede ancora tentativi ed errori. È molto importante comprendere che cosa siano i filtri solari chimici e fisici, come funzionano e qual è più adatto a tè.

Protezione solare fisica

La protezione solare fisica, nota anche come crema solare minerale, agisce come uno scudo sedendosi sulla superficie della pelle e deviando i raggi UV per prevenire le scottature. È realizzata con ingredienti a base di minerali ossido di zinco e biossido di titanio, che aiutano a riflettere e disperdere i raggi nocivi del sole. Se gli unici ingredienti attivi elencati sull'etichetta della crema solare sono l'ossido di zinco e / o il biossido di titanio, si tratta di una protezione solare fisica. è adatta a chi ha la pelle sensibile.

Protezione solare chimica

I filtri solari chimici assorbono parzialmente nella pelle e prevengono i danni UV attraverso una reazione chimica. Contengono ossibenzone, diossibenzone, avobenzone, octocrylene, omosalato, ottinoxato e altre sostanze chimiche, che assorbono e rilasciano raggi UV dannosi. Si applicano molto facilmente e sono più leggere, quindi adatte anche a chi ha la pelle grassa. Possono essere inquinanti per il mare e per la barriera corallina.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione