VIAGGI

Le piste ciclabili in Italia da provare per fare movimento e rilassarsi

LEGGI IN 2'

Vi piacciono le due ruote e anche i percorsi nella natura e le piste ciclabili? Se avete in mente di passare le vacanze in bicicletta ci sono alcune piste o zone d’Italia da percorrere in bici da cicloturismo o MTB. In Italia possiamo sbizzarrisci tra ciclovie, ciclostrade e ciclabili ma è consigliabile percorrere vie a contatto con la natura soprattutto se siamo alla prima nostra esperienza. E di piste italiane con queste caratteristiche ce ne sono.

C’è chi viaggia con la bici al seguito e, per questo sarà organizzato anche con borse e bagagli. Ma c’è anche chi preferisce fare il viaggio in auto, e prenderla a noleggio per fare un po’ di pratica prima di acquistarla. Tra le numerose ciclabili che attraversano la nostra penisola, ecco qualche percorso da provare per fare movimento e rilassarsi lontano dalle fatiche invernali. 

Ciclabile della Val Pusteria (Alto - Adige)

Al centro delle Dolomiti, la ciclabile panoramica della Val Pusteria, tra boschi e campi, non è difficile dato che il dislivello è di 500 metri. La lunghezza complessiva è di 105 km da suddividere anche in tre tappe, visto che nella zona ci sono tanti paesi da attraversare e dove fermarsi per rifocillarsi un po’. Adatta a famiglie con bambini.

Ciclabile della Val Venosta (Alto-Adige)

La ciclabile della Val Venosta parte da Merano e arriva a Resi. Il percorso ben segnalato è lungo 83 km e si svolge tra prati e paesini storici. Ideale da sfruttare nel periodo primaverile quando possiamo godere della vista meravigliosa della fioritura dei meli, quando i frutteti si trasformano in una distesa di fiori bianchi e profumati. 

Spello - Eremo delle Carceri (Umbria)

Si tratta di un itinerario sull’asfalto di 18 km tra le colline boscose dell'Umbria. Il primo tratto dell'itinerario da Spello a Santa Maria degli Angeli è abbastanza facile. Superato il paese inizia un tratto di salita che ci porta ad Assisi, poi il percorso continua fino alla destinazione dell’itinerario, l’Eremo delle Carceri. La ciclabile percorre zone per cui vale la pena fare delle soste tra meraviglie architettoniche e naturalistiche. Lunga 34,5 km, è consigliata ai ciclisti esperti.

Via dei Lupi (Lazio)

La via dei lupi è un percorso da fare a piedi o in MTB attraverso il parco naturale dei monti Simbruini in 14 tappe tra borghi abbandonati e boschi dove vive il lupo dell'Appennino, animale schivo e affascinante del quale si potrebbero scovare tracce. 40 sentieri segnati da fare in bici (o a piedi) in un percorso lungo, con svariati tipi di dislivello. C’è comunque la possibilità di percorrerne solo alcuni e tornare alla base con i mezzi pubblici. 

Domusnovas - Iglesias - Lago Corsi (Sardegna)

La Sardegna offre intinerari vari su diversi tipi di terreno, in zone vicino al mare o percorsi tra boschi e foreste o lungo i laghi. Questo è un itinerario di difficoltà media da percorrere anche per chi ama la fauna della zona ricca di cervi, volpi e cinghiali selvatici. Tra asfalto e sterrate, ma sempre lontano dal traffico automobilistico.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione