MAMMA

Perché è difficile trovare lavoro in gravidanza

Avere un bambino e lavorare è sempre molto complesso, soprattutto se sai alla ricerca di un nuovo impiego. Nessuno vuole assumere una donna incinta: come mai? E soprattutto quali sono le alternative a tua disposizione?
LEGGI IN 1'

Le donne sono sempre più impegnate nel mondo del lavoro, ma quando restano incinte pare che i progressi fatti nel corso degli anni siano vanificati. Sebbene oggi ci sia una maggiore uguaglianza di opportunità tra uomini e donne, per una donna incinta le opportunità sono tuttavia limitate. In effetti, per il capo o il datore di lavoro, il reclutamento di una donna incinta ha un certo numero di conseguenze sia per la futura madre sia per l'azienda.

Perché è difficile trovare lavoro durante la gravidanza?

Trovare un lavoro durante la gravidanza è un compito scoraggiante. Per alcuni reclutatori la gravidanza può significare un calo delle prestazioni: l'assunzione non sarebbe redditizia per l'azienda. Inoltre, a seconda della professione della futura mamma, il lavoro può essere considerato rischioso nelle sue condizioni. In caso di incidente, potrebbe comportare numerosi problemi legali per il datore di lavoro

C’è poi lo scoglio congedo per motivi di controllo e assistenza inerenti alle sue condizioni. Ricordati, però, che se sei già assunta, la tua gravidanza non può costituire motivo di licenziamento.

Come fare? Un'ottima opzione è quella di lavorare da casa con il telelavoro. Esistono molte piattaforme online che assumono professionisti per eseguire attività dalle loro case. Questo lavoro può essere svolto anche in un ufficio. Stando a casa, puoi gestire meglio il tuo tempo e continuare a svilupparti professionalmente. Questo fino a quando il tuo corpo e il tuo bambino non saranno pronti per ributtarti nel mercato.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione