IN FORMA

Pediluvio per piedi gonfi: come farlo per avere sollievo immediato

LEGGI IN 2'

Chi soffre di stasi venosa lo sa, i piedi gonfi sono un problema ricorrente che si presenta soprattutto in alcune circostanze. Ma in verità caldo e posizioni statiche, mantenute per lunghi periodi, possono mettere a dura prova la salute anche di chi non soffre di problemi circolatori, facendo sentire pressione, fastidio e dolore a livello degli arti inferiori.

Le caviglie e i piedi sembrano stanchi e pesanti, il colore della pelle diventa meno sano (colpa del sangue che non affluisce nel modo giusto), le gambe ci fanno male, con la conseguenza che qualunque posizione assumiamo, non è mai quella migliore. Che fare quindi?

Posto che mantenere la salute circolatoria in buone condizioni è essenziale, evitando di stare troppo tempo in piedi o sedute e invece prevedendo i giusti ritmi di movimento e riposo, ma anche riducendo il consumo di sale, se siamo solite sperimentare ritenzione di liquidi e piedi gonfi in un certo periodo dell'anno, affidarci ad un buon pediluvio è un ottimo modo per avere sollievo in maniera veloce.

Pediluvio per piedi gonfi: come si fa

Sono due gli ingredienti perfetti per il nostro pediluvio per sgonfiare i piedi ed avere sollievo, il sale grosso e l'olio essenziale di menta piperita. Ottimi anche i sali di Epsom, che possiamo aggiungere al mix per sfruttare la ricchezza in magnesio e solfato di questo prodotto, due minerali che aiutano a eliminare fatica e infiammo velocemente.

Diluiamo in acqua calda i sali (1 cucchiaio per entrambi o 2 di sale grosso ogni litro di acqua), in modo da scioglierli perfettamente, ma aspettiamo che il liquido si intiepidisca leggermente prima di aggiungere 7-10 gocce di olio essenziale di menta e mettere i piedi in ammollo.

Teniamo i piedi nell'acqua con i sali per almeno 15 minuti, in modo che il pediluvio defatigante faccia effetto. Possiamo sciacquare e massaggiare le caviglie con lo stesso liquido per avere un maggiore beneficio.

Finito il pediluvio per piedi gonfi, asciughiamo le nostre estremità senza sciacquarle. L'ideale è fare queste abluzioni la sera prima di coricarci, così da tenere le gambe a riposo. Preferiamo dormire con un cuscino sotto al materasso all'altezza dei polpacci, in modo da favorire la circolazione e rendere quindi più efficace e duratura l'azione di questo bagno. Per un effetto rinfrescante e deodorante, possiamo aggiungere anche due cucchiai di bicarbonato alla soluzione.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Ogni giorno un nuovo trucco!

Vieni su Instagram per scoprire curiosità, trucchi per la tua casa e molto altro.

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta