SCUOLA DI CUCINA

Come si cucina pasta e lenticchie in scatola per un primo veloce

LEGGI IN 2'

Uno dei primi piatti più semplici, economici e nutrienti della cucina italiana è certamente pasta e lenticchie, una ricetta cara alla tradizione contadina, semplicissima da preparare. Di certo avere dei buoni legumi secchi, magari biologici e a chilometro zero, ci permette di avere una vera bontà con tutti i sapori tipici dell’inverno.

Ma se il tempo stringe e non vogliamo rinunciare comunque ad un pasto completo, possiamo provare ad usare il prodotto in vasetto, già precotto e pronto da utilizzare. La pasta e lenticchie in scatola, sebbene ci permetta meno scelta di materie prime e cotture, è sempre un buon mangiare e la possiamo annoverare fra le ricette salva tempo da provare e da gustare con tutta la famiglia.

Per prima cosa, pensiamo alle lenticchie in scatola, che spesso sono sì precotte, ma non insaporite e vanno quindi cucinate in un pentolino con spezie e aromi. Facciamo scaldare dell’olio e aggiungiamo della cipolla bionda tagliata fine, lasciandola rosolare per qualche minuto.

Dopo di che addizioniamo carote a pezzetti e sedano e, se vogliamo, quando le verdure sono appassite, anche del sugo di pomodoro pronto. A questo punto versiamo le lenticchie in scatola e amalgamiamole bene, dopo di che abbassiamo la fiamma, copriamo e lasciamo insaporire il tutto per una decina di minuti, mescolando bene per evitare che il condimento si attacchi alla pentola.

Nel mentre possiamo mettete a bollire l’acqua per la pasta, ricordandoci che quella corta e rigata è la migliore per assorbire il condimento. Scoliamola circa un minuto prima del normale termine della cottura, in modo che sia molto al dente e possa terminare di cuocersi con il sugo di lenticchie. Serviamo ben calda spolverando un pizzico di pepe nero e un giro di olio extravergine di oliva, limitando invece i formaggi, che ne altererebbero troppo il sapore.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione