SCUOLA DI CUCINA

Orzo perlato in insalata fredda: come fare questo primo estivo

LEGGI IN 2'

In estate non si ha tanta voglia mangiare cibi elaborati, motivo per cui le insalate di pasta e di riso sono i primi freschi e leggeri che vanno per la maggiore: come l’orzo perlato in insalata fredda, davvero delizioso. Il piatto è molto semplice da fare, ma è anche facile da condire con sapori sempre diversi.

Un buon modo per esaltare la freschezza del piatto è di puntare su una versione vegetale, con tanta buona verdura di stagione. Ma, come detto, questo piatto si può degustare in tanti modi diversi e tutti ottimi, ad esempio aggiungendo del tonno o una dadolata di feta greca o altro formaggio da fare a tocchetti.

Per 300 grammi di orzo perlato, quantità adeguata a deliziare i palati di 4 o anche 5 commensali, consideriamo 10 pomodorini pachino, 2 cucchiai di olive nere tagliate a pezzetti, 3 zucchine medie, 1 peperone rosso e 1 giallo, da pulire e fare a strisce sottili. In più adoperiamo per il condimento anche dell’olio extravergine di oliva, sale e basilico.

Le verdure le possiamo tagliare come meglio crediamo, ma siccome andranno grigliate tutte insieme, teniamo conto delle misure, in modo da evitare di bruciarne alcune lasciandone crude altre. In una padella già messa sul fornello acceso, versiamo l’olio e dopo qualche minuto le verdure, che andranno rosolate in modo omogeneo, poi insaporite con poco sale, vista la presenza delle olive.

Da sapere, prima di cuocere l’orzo perlato è bene prevedere un ammollo in acqua fredda di almeno un’ora. In un secondo momento possiamo trasferire il prodotto in una pentola e coprirlo con il doppio della quantità di acqua, accendendo la fiamma e portando a bollore.

Il sale lo possiamo mettere a metà cottura, considerando circa una mezz’oretta per fare in modo che l’orzo sia della consistenza giusta. In questo lasso di tempo il cereale avrà assorbito il liquido e sarà pronto per essere condito con olio extravergine di oliva e con le verdure grigliate, aggiungendo il basilico tritato solo alla fine.

La nostra insalata fredda di orzo perlato va messa in frigo a riposare per un paio d’ore prima di essere consumata.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta