IDEE MAKEUP

Come si applica l'ombretto in crema in modo perfetto

LEGGI IN 2'

Uno dei cosmetici che più sta diventando irrinunciabile nelle trousse delle signore e signorine è certamente l'ombretto in crema, dalla resa estetica più lucida rispetto al prodotto in polvere, ma anche dal confort strabiliante. Non solo, perché questo belletto resiste anche di più al sudore e all'acqua, motivo per cui è spesso usato durante la stagione calda.

Ma anche in inverno l'ombretto in crema è molto adoperato, sia da chi ha la tendenza a sudare in viso, un problema che non conosce stagione, sia da chi ha la pelle a tendenza secca o matura, per cui le polveri sono sconsigliate. Chi vorrebbe mai vederle insinuarsi nelle pieghe del viso o marcare pellicine e screpolature?

Ma l'ombretto cremoso ha anche molte seguaci e utilizzatrici soddisfatte fra chi ama l'effetto bagnato. Questo prodotto è infatti in grado di dare un sentore più luminoso e fresco alla palpebra mobile, rendendo l'intero trucco occhi più contemporaneo.

Ma come si applica l'ombretto in crema? Possiamo stenderlo sia con il pennello, sia con la punta del polpastrello, avendo cura di prelevare in ambo i casi poco prodotto per volta per evitare macchie sulla pelle. Se il prodotto è indurito, cosa che spesso accade col freddo, andrà prima leggermente lavorato sul dorso della mano per scioglierlo bene ed evitare grumi.

A livello di applicazione il nostro caro ombretto in crema può essere adoperato su ogni zona perioculare, da solo o anche insieme agli ombretti in polvere, per donare riflessi. Attenzione però a sfumarlo bene se usiamo solo questo, in particolar modo se prevediamo smokey eyes o maquillage dove l'effetto ombra è richiesto.

In questo caso è obbligatorio dotarsi di pennello a penna e smuovere il prodotto con movimenti circolari verso l'esterno. Se vogliamo essere certe che la durata del make-up sia efficace, fissiamo l'ombretto in crema con un velo di cipria trasparente o anche con un pigmento in polvere dello stesso colore.

Basta pochissimo prodotto, non è vitale, ma aiuta molto a garantire una più lunga resa nel tempo.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione