DIVENTARE MAMMA

7 cose strane che non sapevi sui neonati

I neonati sono degli esserini complessi e misteriosi. La mamma e il papà impiegano un po' di tempo a prendere confidenza con il loro bimbo. E' naturale e in questo viaggio scoprono delle cose meravigliose e anche un po' strane.
LEGGI IN 2'

Quando si diventa genitori non si è mai realmente pronti ad accogliere il bambino. Lo si aspetta per mesi, lo si immagina, si fanno delle proiezioni sul futuro, ma il piccolino è diverso dalla realtà e spesso le mamme si sento sopraffatte. È una sensazione momentanea, che passa nei primi 40 giorni quando ci si rilassa e si prende con il neonato la giusta confidenza. Sono tante le cose da imparare al primo figlio. Ecco alcuni dettagli apparentemente "strani" che colpiscono i neogenitori.

1) La prima cacca è nera e non ha odore. Si chiama meconio ed è una sostanza nerissima. In realtà non sono feci, ma è muco e liquido ingerito dal bimbo durante la gestazione. Non ha odore, perché nell'intestino non sono ancora presenti i batteri che fanno puzzare la cacca.

2) Talvolta i bambini smettono di respirare. Attenzione, non sono episodi che portano alla Sindrome da morte in culla (SIDS). Fanno semplicemente delle pause di 5/10 secondi, quanto basta per scatenare il panico nel genitore. Inoltre, un bimbo può fare più di 60 respiri in un minuto.

3) Le loro tonsille hanno le papille gustative. Il neonato ha gli stessi sensori di gusto dei bambini e degli adulti ma ricoprono un'area più estesa.

4) Spesso piangono senza lacrime, soprattutto all'inizio. Le lacrime si manifestano dopo circa un mese dalla nascita. I primi tre mesi sono quelli più complessi, in cui piangono di più.

5) I neonati hanno il seno e talvolta possono perdere latte. Il motivo? Si formano perché assorbono gli estrogeni della mamma e di solito scompaiono entro poche settimane.

6) Si spaventano da soli. Ci vuole davvero poco: un rumore, una luce intensa, anche un odore pungente e il bambino si spaventa. Alza le braccia verso l'alto. È il riflesso di Moro.

7) Le voglie della nascita potrebbero scomparire. C'è chi li chiama baci d'angelo o morsi di cicogna. Sono delle macchie rosso vivo che potrebbero scomparire un po' alla volta con la crescita.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta