SCUOLA DI CUCINA

Marinatura per tonno alla piastra: come farla per valorizzarlo

LEGGI IN 2'

Il pesce alla piastra è uno dei secondi piatti più amati in qualunque stagione, ma soprattutto in estate, quando basta abbinarlo ad una fresca insalatona verde per fare un pasto genuino e buonissimo. Di certo il tonno è uno dei grandi favoriti per ottime bistecche alla griglia, ma per mantenerlo umido e saporito è necessario che la marinatura sia fatta a regola d’arte.

Le marinate infatti non sono tutte uguali, motivo per cui è essenziale capire quali ingredienti e in che dosaggi si prestino meglio a certi tipi di carni e ai vari metodi di cottura. Se, ad esempio, per il tonno in poke, la salsina dovrà essere più leggera, in quanto il pesce resta crudo, per piastrarlo servirà al contrario qualcosa di più complesso e aromatico.

Una buona ricetta per la marinatura del tonno alla piastra è pari quantità di succo di arancia e salsa di soia, o anche un misto di succo di arancia e lime, olio d’oliva, una spruzzata di aceto di mele, sale e pepe, un trito di erbe aromatiche miste. Ottimo il prezzemolo e l’aneto, ma anche la maggiorana, a cui aggiungeremo aglio tritato a piacere.

I dosaggi degli ingredienti liquidi li possiamo decidere noi a seconda di quanto vogliamo che si senta la parte acida. Mettiamo in una ciotola ampia e mescoliamoli bene, poi immergiamo e giriamo all’interno i filetti di tonno interi, coprendo infine con uno strappo di cellophane e lasciando in frigo a riposare per almeno mezz’ora.

Passato questo lasso di tempo minimo, tiriamo fuori il tonno e intanto accendiamo la griglia dove lo andremo a cuocere. La piastra dovrà essere molto calda e leggermente unta con olio, poi possiamo adagiare le nostre fette di tonno, da lasciar rosolare pochi minuti per lato. Poi aggiungiamo il sugo della marinata rimasto nella ciotola e finiamo la cottura.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione