VISO E CORPO

Insalata di riso rosso vegetariana: gli ingredienti e come si prepara

LEGGI IN 2'

In estate l'insalata di riso è la grande regina dei nostri menù stagionali, freschissima e buona al palato, è il piatto che ci vuole per nutrirci senza stufarci. Ad aiutarci a variare sempre sapore è il condimento, che può essere di carne, pesce o solo verdure, ma ci pensa anche la materia prima principale stessa, che può essere di varietà diverse.

L'insalata di riso classica è senza dubbio quella con il chicco bianco, soprattutto di qualità ribe o arborio o anche parboiled, ma si può tranquillamente puntare su altri risi meno usuali. Uno di questi è il riso rosso, dalla cottura più lunga ma anche dal sapore più intenso, perfetto per un primo ricco di sfumature e aromi differenti.

Per fare un'insalata di riso rosso vegetariana che soddisfa la nostra voglia di sapore e leggerezza, dobbiamo scegliere con cura gli ingredienti e, ovviamente, preparare tutto nel modo corretto. Esattamente come le insalate classiche, anche in questo caso possiamo usare i classici mix sottolio o sottaceto per il condimento.

Tuttavia, possiamo anche puntare su qualcosa di fatto in casa, magari grigliando il giorno prima e lasciando in marinata di olio extravergine di oliva e aceto, delle verdure. Le migliori sono pomodorini, fagiolini, zucchine e peperoni, ma possiamo anche caramellare delle fette di cipolla bianca o rossa, che doneranno un piacevole sentore dolce e aromatico alla nostra insalata di riso.

Buone anche le barbabietole, che andranno invece bollite e tagliate a cubetti, da usare così o da far marinare con olio, aceto dei capperi, un pizzico di sale e menta tritata. Per un pizzico di croccantezza, spolveriamo con del pangrattato saltato in padella per qualche minuto.

Questi ingredienti andranno preparati il giorno prima, in modo che le marinate riescano a insaporire bene i nostri condimenti vegetali. All'ultimo minuto, prima di lasciare il riso a riposare, aggiungeremo invece del formaggio feta sbriciolato o dei dadini di svizzero.

Ma passiamo al riso rosso. La cottura di questa varietà, come detto, è piuttosto lunga, in quanto ha una superficie particolarmente coriacea. Si va infatti dai 40 ai 60 minuti per una masticabilità perfetta, ma possiamo accorciare i tempi lasciando il prodotto a bagno per una notte e dimezzando il minutaggio.

Quando scoliamo il riso rosso, versiamolo subito nella coppa da servizio e versiamo un giro di olio extravergine per evitare che si incolli. Quando si è leggermente intiepidito, ma non raffreddato, aggiungiamo il condimento e amalgamiamo in maniera accurata, in modo che gli ingredienti non si depositino solo in alcune parti della ciotola.

Appena il composto sarà freddo, mescoliamo energicamente ancora, poi copriamo con la pellicola trasparente e mettiamo a riposare in frigo per un minimo di 3 ore. Se possibile, in questo lasso di tempo, giriamo un paio di volte per rimestare i sapori. Buon appetito.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Ogni giorno un nuovo trucco!

Vieni su Instagram per scoprire curiosità, trucchi per la tua casa e molto altro.

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicchi su “Prosegui con la navigazione”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Prosegui con la navigazione