2019/08/26 03:48:4035132
2019/08/26 03:48:4021630

SCUOLA DI CUCINA

La pastiera napoletana

LEGGI IN 2'

La pastiera napoletana

Che la cucina napoletana sia famosa per i suoi dolci elaborati e calorici è fuori dubbio, ma quando si parla di Pastiera si parla anche di Pasqua e di una ricetta che risale a secoli fa. Pare che nel lontano 1800 una fetta di Pastiera Napoletana sia riuscita perfino a strappare un sorriso a Maria Teresa d'Asburgo Taschen, soprannominata fino a quel momento la Regina che non sorride mai. I "miracoli" di un dolce che ha giustamente ottenuto il riconoscimento di PAT, ovvero Prodotto Agroalimentare Tipico

La ricetta è senza dubbio elaborata e richiede molti step e abbastanza pazienza, ma verrete ripagate dei vostri sforzi. Sai fare la pasta frolla? Qui trovi una ricetta di base che è una valida alternativa a quella indicata in ricetta: non contiene strutto ed è la tradizionale, che eventualmente potete utilizzare anche per altre preparazioni meno elaborate.
Indispensabile l'utilizzo dell'acqua di fiori d'arancio: un aroma tipico nella preparazione dei dolci meridionali, che profuma molto l'impasto morbido ma che non è stucchevole visto che è ricavato da arance amare. Anche se i "puristi" della pastiera potrebbero inorridire, esistono molte ricette che propongono di usare grano saraceno per il ripieno, al posto del classico grano perché, come di ogni grande dolce, esistono varie rielaborazioni personali.

La preparazione - 1

Ingredienti

per la pasta frolla

400 g di farina
200 g di zucchero
4 tuorli
100 g di burro
100 g di strutto
scorza di un limone

per il ripieno

250 g di grano bagnato
15 g di zucchero
40 g di burro
0,6 l di latte
1 bustina di vanillina
scorza di mezza arancia amara
350 g di ricotta
250 g di zucchero
100 g di canditi
4 tuorli
3 albumi
cannella in polvere
zucchero a velo
acqua di fior d'arancio

La preparazione - 2

Procedimento

1- Metti il grano in una pentola con il latte, lo zucchero, il burro, la vanillina e la scorza d'arancia grattugiata. Cuoci per circa due ore a fiamma bassa, fino a che il tutto diventerà molto cremoso.
Nel frattempo prepara la pasta frolla: impasta tutti gli ingredienti quindi fai una palla con l'impasto e avvolgilo nella pellicola. Lascia in frigorifero un'ora circa.

2- In una grande ciotola mescola la ricotta con lo zucchero. Unisci un tuorlo alla volta, una fialetta di acqua di fior d'arancio, una presa di cannella, la crema di grano e i canditi. Monta a neve gli albumi, incorpora al resto del ripieno mescolando dal basso verso l'alto perché non smonti.

3- Fodera una tortiera rotonda con carta da forno. Utilizza due terzi della pasta stesa con il mattarello per creare il fondo della tortiera. Riempi con il ripieno di grano e ricotta quindi rendine omogenea la superficie. Con la pasta frolla che hai avanzato ricava delle strisce tutte larghe uguali e forma la classica "griglia" della crostata con la quale ricoprirai la pastiera.

4- Cuoci in forno già caldo a 150° per 50 minuti, poi fai la prova dello stecchino al centro della torta: quando lo estrai deve essere asciutto. Fai raffreddare, sforma, cospargi di zucchero a velo e servi.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Ogni giorno un nuovo trucco!

Vieni su Instagram per scoprire curiosità, trucchi per la tua casa e molto altro.

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.
Carmen

Buonissima

2 anni fa

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicchi su “Prosegui con la navigazione”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Prosegui con la navigazione