GUIDE ECO

Impronta ecologica: cos'è e come si calcola per salvare l'ambiente

LEGGI IN 2'

L'impronta ecologica ha a che fare con le risorse che consumiamo per il nostro stile di vita, dunque è strettamente correlata con i consumi e la sostenibilità ambientale, tanto che la sua riduzione è uno degli obiettivi dell'agenda 2030. Ma che cos'è nello specifico? E come si calcola? Lo approfondiamo nei punti di questo articolo.


Impronta ecologica: cos'è
L'impronta ecologica indica le risorse necessarie per far fronte ai nostri bisogni e allo smaltimento dei rifiuti, dunque ci dà un'idea del nostro impatto ambientale sulla terra, di quanto pesiamo e incidiamo sulla natura.

L'indicatore fu ideato da William Rees e Mathis Wackernagel nel 1990. I due ricercatori successivamente scrissero il libro "Our Ecological Footprint: Reducing Human Impact on the Earth".


Impronta ecologica: come si calcola
Per misurarla, si considera la quantità di terra che serve per produrre le risorse alimentari ed energetiche, ovvero alimenti, edifici, trasporti, beni di consumo, servizi, e anche per smaltire i rifiuti, infatti l'impronta si misura in ettari (un ettaro equivale a 10mila metri quadri).

Se l'impronta ambientale è più alta delle risorse che abbiamo a disposizione (biocapacità), evidentemente c'è uno squilibrio. In questo senso, i dati indicano un deficit ecologico: consumiamo più di quanto non potremmo.

E ogni anno, questa situazione viene ricordata dall'Earth Overshoot Day, il giorno in cui si esauriscono le risorse effettivamente disponibili, che per il 2022 cade il 28 luglio, per l'Italia...il 15 maggio.

Questo vuol dire che avremmo bisogno di più di un pianeta. E il numero di quanti pianeti in più servirebbero, può variare da paese a paese e anche da persona a persona.

I dati generali si possono trovare sul sito del Global Footprint Network. Ad esempio, secondo i dati 2021, se tutti vivessero come gli Usa, servirebbero 5 pianeti; se tutti vivessero come l'Italia, ne occorrerebbero 2.8; nel caso della Cina, sarebbero 2.3.

Per il calcolo personale, online trovi dei calcolatori della ecological footprint, come l'app del Wwf o il contatore del Global Footprint Network per il quale puoi selezionare la lingua italiana (clicca sui link).

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione