PSICOLOGIA

5 modi per imparare ad accettare la morte

Accettare la morte di una persona amata, elaborare la frustrazione e la slolitudine non è per nulla semplice. E' un processo doloroso e molto lungo. Non sempre è un percorso che puoi affrontare da sola: eccoti i consigli di DonnaD.
LEGGI IN 2'

La morte prima o poi farà parte della tua vita. Sembra un controsenso, ma siamo destinati ad avere un tempo finito su questa terra, che tu sia credente oppure no, e ci sarà un momento in cui dovrai confrontarti con questo concetto, soprattutto se dovrai elaborare la perdita di una persona cara, come un nonno, un genitore, un amico o il proprio partner.

Come abbiamo già raccontato, il dolore è un sentimento universale e al tempo stesso molto personale. È fatto di fasi: potrebbe esserci un rifiuto, la  rabbia e questi sentimenti possono venire separatamente o tutti in una volta. Ci vuole tempo perché si arrivi all’accettazione. Come puoi affrontarlo?

1. Prenditi il ​​tuo tempo per piangere. Non trattenerti, butta fuori quello che provi. La morte fa paura perché è circondata dal mistero. È utile non fissare un limite di tempo quando ti trovi ad affrontare una perdita.

2. Ricorda come la persona ha avuto un impatto sulla tua vita. Non puoi riportare indietro le persone che se ne sono andate, però puoi conservare il loro ricordo e come la loro presenza ti ha cambiata.

3. Partecipa al funerale. È un saluto formale e, anche se non sei credente, è un modo rendere vera la morte. Se devi anche organizzare la funziona, cerca di rispettare le volontà del defunto.

4. Continua la sua eredità. Vivere una vita che favorisca le missioni dei tuoi cari è un modo meraviglioso di onorarli.

5. Se ti senti persa, chiedi aiuto. Far fronte alle perdite può essere impegnativo. Non tutti sono in grado di farcela da soli, c’è chi ha bisogno di una spinta. Un terapeuta potrebbe farti bene, soprattutto se stai attraversando una fase di depressione.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione