POLLICE VERDE

Fiori freschi recisi, 7 rimedi della nonna per farli durare a lungo

LEGGI IN 2'

I fiori freschi recisi sono bellissimi. Una volta che li portiamo in casa, arriva, però, un grande cruccio: come farli durare a lungo? Possiamo sperimentare alcuni rimedi casalinghi e seguire alcune piccole attenzioni basilari.

Fiori freschi recisi, 7 rimedi della nonna per farli durare a lungo
Per le nostre composizioni floreali, la tradizione popolare ci consegna alcuni rimedi fai da te, ovviamente le dosi sono indicative:

1) Il riposo in frigo: di notte conserva i fiori in frigo;

2) Aceto e zucchero: mescola nell’acqua un paio di cucchiai di zucchero e un paio di aceto di sidro di mele o aceto bianco;

3) Monetina: inserisci nel vaso una monetina di rame;

4) Zucchero: aggiungi nell’acqua un po’ di zucchero;

5) Aspirina: rompi un’aspirina nell’acqua dei fiori freschi recisi;

6) Candeggina: versa qualche goccia di candeggina o aggiungi 3 gocce di candeggina e 1 cucchiaino di zucchero;

7) Soda: metti un paio di cucchiai di soda nell’acqua.

In commercio, inoltre, troviamo delle apposite bustine nutritive per il mantenimento dei fiori.

Fiori freschi recisi, 5 trucchi di base per farli durare a lungo
A monte, quando sistemi i fiori, cerca di seguire alcuni accorgimenti di base:

1) Usa un vaso ben pulito e igienizzato;

2) Taglia il gambo in obliquo e ripeti il taglio quando cambi l’acqua, così il fiore ha l’agio di assorbire al meglio l’acqua;

3) Rimuovi le foglie in basso, ovvero quelle che entreranno in acqua e che, per questo, tenderanno a marcire;

4) Abbi cura di cambiare l’acqua almeno a giorni alterni oppure ogni due giorni;

5) Colloca i fiori lontano da fonti di calore e da correnti d’aria, al riparo dai raggi solari diretti e…dalla frutta. Questa, infatti, emette delle sostanze volatili che sono deleterie per la freschezza dei fiori.

In base al tipo di fiori, puoi chiedere consiglio al fiorista. Ad esempio, nel caso delle rose, rimuoviamo le spine. Se, invece, scegliamo dei fiori con lattice ovvero con linfa lattiginosa, come i papaveri e la stella di Natale, prima di collocarli nel vaso, immergiamoli in acqua molto calda, in modo da cicatrizzare il taglio. In entrambi i casi, usa i guanti e fai attenzione (il lattice è irritante).

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta