NOTIZIE D

Festa degli alberi: la data e la storia

LEGGI IN 2'

La festa degli alberi celebra la loro importanza per l’ambiente e per la vita dell’uomo: approfondiamo la data in cui si festeggia e la storia di questa giornata.

Essa ci ricorda che gli alberi assorbono anidride carbonica e producono ossigeno; rafforzano il terreno e prevengono, così, il dissesto idrogeologico; riducono l’inquinamento acustico e migliorano l’umore, per citare alcuni benefici.

Festa degli alberi: la data
In Italia, il giorno dell’albero ricorre in tre date che nel corso del tempo sono state indicate con l’istituzionalizzazione della festa: si tratta del 21 marzo, del 4 ottobre e del 21 novembre.

Festa degli alberi: tra storia e diritti
Gli alberi sono stati considerati importanti fin dall’antichità: basti pensare all’immagine e metafora dell’albero della vita, ai racconti della Bibbia, ai riti e alle feste dei popoli antichi come la Festa Lucaria durante la quale i romani celebravano le parti del bosco messe a dimora in precedenza.

Oggi si parla anche di diritti degli alberi: il 5 aprile 2019, in Francia, all’assemblea nazionale dell’associazione A.R.B.R.E.S, è stata proclama la Dichiarazione dei diritti dell’albero.

Festa degli alberi: la storia della giornata

  • 1872: per la prima volta, il 10 aprile, negli Stati Uniti d’America, in Nebraska, viene festeggiato l’Arbor Day, il giorno dell’albero. Per l’occasione, vengono piantati degli alberi;
  • 1898: il 21 novembre, per la prima volta, l’Italia celebra la Festa degli alberi istituita da Guido Baccelli, ministro della Pubblica Istruzione;
  • 1923: con il Regio decreto-legge del 30 dicembre (numero 3267), viene decretata la festa degli alberi, da celebrare «ogni anno nelle forme che saranno stabilite d'accordo tra i Ministeri dell'economia nazionale e dell'istruzione pubblica»;
  • 1951: una circolare del Ministero dell’Agricoltura e delle Foreste precisa che la Festa dell’albero si festeggia annualmente il 21 novembre o, per i comuni di alta montagna, il 21 marzo;
  • 1979: la competenza della giornata per gli alberi passa alle Regioni;
  • 2000: con il decreto interministeriale del 4 agosto, per la festa degli alberi, si indicano il 4 ottobre, giorno di San Francesco, patrono d’Italia, dei cultori dell’ecologia e degli animali, e il 21 marzo, giorno di San Benedetto, patrono d’Europa;
  • 2013: la legge numero 10 del 14 gennaio individua il 21 novembre come giornata nazionale degli alberi. Essa stabilisce che le scuole, i Comuni, le Regioni e il Corpo forestale dello Stato curino la messa a dimora delle piante. Inoltre, i ministeri competenti sono chiamati a promuovere la conoscenza degli alberi e l'educazione ambientale nelle scuole, nelle università e negli istituti di istruzione superiore.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta