IN FORMA

Esercizi per il mal di schiena da fare in ufficio

LEGGI IN 2'

Lavorare al computer può determinare posture scorrette con conseguente mal di schiena. E’ consigliabile fare delle pause durante le ore di lavoro alzandosi e facendo una piccola passeggiata per rimettere la schiena diritta. Come rimediare al mal di schiena considerando che si hanno poche ore a disposizione e comunque solo nelle ore serali quando si ritorna a casa piuttosto stanchi?

Provate a fare degli esercizi per il mal di schiena sfruttando sedia e scrivania che avete a disposizione in ufficio. Sono esercizi semplici che aiutano a correggere e mantenere la postura ideale per la schiena e a fare un po’ di stretching. Ritroverete il benessere e il rilassamento perduto da tempo. Ecco qualche esempio di esercizi da eseguire ricordandovi di effettuare una respirazione corretta:

Esercizi per il mal di schiena da fare in ufficio da seduti

1) Scendete lentamente con il busto verso le cosce e portate le mani a toccare le punte dei piedi. Scendete e rimanete in posizione per quindici secondi, poi tornate alla posizione di partenza srotolando la schiena lentamente.

2) Allontanate leggermente la schiena dallo schienale per metterla diritta, tenete le gambe divaricate, portate le braccia dietro la schiena e premete il dorso delle mani intrecciate sulla zona lombare, aprendo le spalle e chiudendo le scapole. Mantenete la posizione per una decina di secondi e fare quattro ripetizioni. 

3) Mettete il busto ben eretto e incrociate le mani dietro la nuca. Poi spingete i gomiti più indietro possibile. Tenete la posizione per qualche secondo.

4) Per allenare e rilassare la muscolatura del collo staccate la schiena dalla sedia e fate scendere il capo a destra e a sinistra. Poi ruotate il capo a destra e a sinistra, e poi, ancora, ruotate capo e busto prima a destra e poi a sinistra e poi tornate al centro e ripetete per tre volte.

5) Allungate la muscolatura della zona cervicale poggiando le mani con le dita incrociate sulla nuca e spingendo delicatamente il mento sullo sterno. Fatelo per tre volte mantenendo l’allungamento per quindici secondi.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione