IN FORMA

Dieta dopo i 50 anni per la donna: cosa mangiare per stare in forma

LEGGI IN 2'

Con l’arrivo della menopausa il corpo di una donna cambia, motivo per cui cambiare dieta dopo i 50 anni è quasi un percorso obbligato per mantenersi in salute. Il metabolismo rallenta, la silhouette si modifica e non è solo il lato estetico a non darci più soddisfazione guardandoci allo specchio, ma è invece la preoccupazione di non dare abbastanza cura al nostro organismo.

Dopo i 50 anni, indipendentemente dal mantenersi in linea, le donne si dovrebbero attivare di più nei confronti del proprio fisico, in modo da tenere lontani molti disturbi. Un salto da un nutrizionista sarebbe da fare a prescindere dalla perdita di peso, perché un professionista è quello che serve in questi casi ed è la figura in grado di suggerirci i giusti modi per stare in forma e in salute.

Una dieta studiata per il singolo caso, lo sappiamo, è sempre più efficace di una fai da te che spesso non dà neppure i risultati sperati. In questo articolo vogliamo però dare uno sguardo a qualche consiglio aureo adatto a tutte le donne, utile per fare più attenzione a cosa mangiare.

Senza dubbio dopo i 50 è importante limitare l’assunzione di grassi, farine raffinate, dolci, alcolici e zuccheri semplici, perché il metabolismo non è in grado di smaltirli come prima. Il che significa non solo che la digestione appare più lenta, con senso di pesantezza dopo i pasti, ma anche che i chili di troppo sono pronti ad accumularsi su fascia addominale, glutei e cosce, più che in passato.

Di contro, vale la pena aumentare il consumo di frutta e verdure fresche, specie biologiche e di stagione, evitando cotture lunghe e condimenti eccessivi. Ma è importante anche non farsi mancare proteine, specie vegetali, per mantenere i muscoli sani (una massa bianca più tonica, brucia anche più calorie) e calcio per la salute delle ossa.

Se le ossa sono in forma, possiamo infatti fare più attività fisica senza il timore di sentirci rotte o dolenti dopo una sessione di palestra. Non facciamoci mancare anche cereali integrali e uova, fonte di vitamina B12, per combattere anemie.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione