BENESSERE

I primi sintomi della depressione da riconoscere

LEGGI IN 2'

La depressione è un disturbo del'umore che non deve essere mai sottovalutato. La diagnosi precoce permette al medico di intervenire in tempo per aiutare ogni paziente a uscire da questa condizione, lavorando su se stesso e riuscendo a superare il disturbo del tono dell'umore. Per questo diventa fondamentale riconoscere, in se stessi e in chi si ha vicino, i primi sintomi della depressione.

I segnali possono essere di natura psichica oppure anche di natura fisica. Possono manifestarsi ogni giorno o quasi tutti i giorni, scandendo le giornate delle persone che ne soffrono che si sentono tristi, vuoti, facilmente irritabili, incapaci di affrontare la quotidianità con le proprie forze. Il disturbo è particolarmente diffuso, visto che si stima che ne soffra dal 10% al 15% della popolazione. E le donne, purtroppo, sono le più colpite.

I sintomi della depressione da conoscere

Conoscere e saper riconoscere i primi sintomi della depressione è fondamentale. Di solito chi ne soffre tende a minimizzare quello che accade, perché non si è in grado di comprendere quello che sta accadendo. Cosa che, invece, da fuori può apparire chiarissima e nitida.

Fondazione Veronesi ci accompagna a scoprire quali sono i campanelli d'allarme che possono spingerci a pensare di soffrire di questo disturbo dell'umore.

  • Umore depresso per la maggior parte del tempo, quasi ogni giorno.
  • Scarso interesse o piacere per tutte o quasi tutte le attività, condizione che dura per la maggior parte del giorno, quasi ogni giorno.
  • Perdita di peso in assenza di dieta o aumento di peso.
  • Diminuzione o aumento dell'appetito.
  • Insonnia o iperinsonnia ogni giorno.
  • Agitazione quasi ogni giorno.
  • Mancanza di energia quasi ogni giorno.
  • Sentimenti inappropriati o che tendono a sminuirsi, quasi ogni giorno.
  • Difficoltà a pensare o concentrarsi, a fare delle scelte, quasi ogni giorno.
  • Pensieri ricorrenti di morte.

Teniamo d'occhio questi segnali anche nelle persone a noi vicine, soprattutto in caso di neo mamme, per diagnosticare in tempo i casi di depressione post partum e aiutare le donne ad affrontarne i sintomi.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta