AFFETTIVITÀ

Depressione post partum, ne possono soffrire i papà?

Avere un bambino è un cambiamento di vita complesso non sono per le donne, ma anche per gli uomini che possono soffrire di depressione post partum. Come si manifesta e perché?
LEGGI IN 2'

La gravidanza e la nascita di un bambino è un vento di grande cambiamento sia di vita sia fisico e numerose mamme vanno incontro a un problema noto come depressione post partum. Ma ne possono soffrire anche i papà?

I papà possono diventare depressi dopo la nascita del loro bambino. Un papà su 10 soffre di depressione postnatale (PND). È più probabile che questa forma depressiva inizi tra i tre ei sei mesi successivi alla nascita, anche se può iniziare prima o dopo. Come le neomamme, i papà hanno bisogno di sostegno, incoraggiamento, rassicurazione e un luogo sicuro in cui esprimere le proprie preoccupazioni.

Quello che prova un papà non è lo stesso del baby blues che prova una mamma pochi giorni dopo il parto. Il baby blues femminile è legato ai cambiamenti ormonali dopo che una mamma ha partorito e di solito si risolve abbastanza rapidamente. I fattori che invece scatenano questa depressione negli uomini sono diversi:

  • Paura della paternità. E soprattutto delle tue nuove responsabilità.
  • Preoccupazioni finanziarie. Potresti sentirti stressato dai costi finanziari dell'essere una famiglia e dalla gestione con un unico reddito.
  • Ansie per il tuo nuovo ruolo. Potresti essere preoccupato se sarai un buon padre.

Inoltre, ciò che peggiora lo stress è che gli uomini non sono sempre incoraggiati a parlare dei propri sentimenti o a condividere le proprie paure. Potresti sentire di dover di sembrare più forte di quello che sei. Quali sono i sintomi della depressione postnatale maschile?

  • sentirsi esausto e ansioso
  • essere ossessionato dalle finanze
  • inizia a ritirarti dalla tua famiglia
  • essere irritabile o intollerante
  • dormire male o troppo

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione