ORTO E GIARDINO

Come proteggere l'orto da lumache, uccelli, grandine e altro

LEGGI IN 5'

Quante soddisfazioni sa regalarci il nostro orto! Dalle verdure alle piante aromatiche, dai fiori ai tuberi, con il loro apporto di vitamine e sali minerali gli ortaggi sono preziosi alleati della salute, mentre con il loro tripudio di colori e sapori danno una marcia in più perfino… alle nostre performance culinarie! Non è finita qui: la cura dell’orto costituisce anche un ottimo passatempo in grado di alleviare lo stress e tenerci lontane per qualche ora da pensieri e preoccupazioni. A meno che… non ci troviamo a dover combattere contro temibili nemici, così abili nell’attaccare il nostro piccolo paradiso verde!

Animaletti di ogni taglia, insetti, intemperie: se non prestiamo la dovuta attenzione al nostro orto e non corriamo in tempo ai ripari, il tanto amato angolo green rischia di essere letteralmente devastato! É fondamentale, dunque, conoscere alcuni semplici rimedi per proteggere il raccolto e salvare le piante dall’assalto di voraci avversari. Scopriamo insieme quali sono i più comuni e le tecniche più efficaci per tenerli lontani dal nostro orto.


Come proteggere l’orto dalle lumache: dalla crusca al caffè

Con o senza chiocciola e all’apparenza così innocue, lumache e limacce sono in realtà fameliche divoratrici di freschi germogli, delicate piantine e tenere foglie. Fanno la loro comparsa nelle ore serali e notturne, perché prediligono per le loro scorribande basse temperature e alti tassi di umidità.   

A meno che non siamo disposte a raccoglierle una ad una, in piena notte, e trasportarle il più lontano possibile, la soluzione migliore per proteggere l’orto dalle lumache consiste nell’attirarle in un luogo circoscritto con qualcosa di cui siano molto ghiotte, per poi raccoglierle più facilmente. Interrando qua e là tra le nostre piantine un paio di contenitori pieni di crusca, ad esempio, il giorno dopo le ritroveremo tutte al loro interno e rimuoverle da lì sarà semplicissimo.

In alternativa, possiamo costruire lungo il perimetro dell’orto una barriera di sostanze repellenti per le lumache quali sale, cenere, fondi di caffè, sabbia o segatura, da cui questi animaletti si tengono alla larga per via della loro azione disidratante! Anche alcune piantine - in particolare ortica, crescione e cerfoglio - infastidiscono non poco le lumache: basta piantarle vicino al nostro orto per proteggerlo dalle loro incursioni notturne!

Come proteggere l'orto dagli uccelli? Con il classico spaventapasseri

Gli attacchi al nostro raccolto possono provenire non solo via terra ma anche… via aria! Gli uccelli amano cibarsi soprattutto di semi, quindi il momento della semina è certamente il più delicato, ma non bisogna sottovalutare l’attrattiva esercitata su di loro anche da ortaggi e frutti succosi. Un rimedio rapido e innocuo per proteggere l’orto dagli uccelli consiste nel posizionare vicino alle piante una mangiatoia con granaglie: gli uccellini ce ne saranno sicuramente grati e, in più, l’orto sarà salvo!

Se le granaglie non sono efficaci, allora dobbiamo allontanare gli uccelli con il classico metodo dello spaventapasseri. Non è necessario che abbia una forma umana, basta che sia dotato di “dissuasori” che scoraggino i volatili dal posarsi sul terreno per beccare le nostre piante. Realizzarne uno è facile: basta appendere con lo spago ad un palo di legno piantato nel terreno fasce di materiale mobile e riflettente - vecchi CD o strisce di carta lucida o argentata (anche quella delle uova di Pasqua è perfetta!) - oltre ad oggetti rumorosi come campanelle o lattine vuote. Suono e movimento causati dal vento, così come i riflessi provocati dai raggi del sole terranno lontani anche gli uccelli più temerari!   

Proteggere l'orto dalla grandine, la più temibile tra le intemperie

I primi temporali di fine estate spesso portano con loro uno degli avversari più agguerriti dei nostri orti: la grandine. Una grandinata di media entità può arrecare danni irreparabili alle piante, vanificando tutti i nostri sforzi e le cure premurosamente riservate loro. Ecco perché allestire con anticipo una copertura per proteggere l’orto dalla grandine è una scelta saggia e previdente. Contro i suoi chicchi, infatti, l’unica soluzione efficace consiste nel ricorrere a teli antigrandine: resistenti, leggeri e traspiranti, durano nel tempo e possono essere srotolati e arrotolati all’occorrenza.

Di solito i teli antigrandine sono realizzati in TNT (Tessuto Non Tessuto) ed hanno il vantaggio di lasciar passare l’acqua piovana e di creare un ambiente favorevole per la crescita delle nostre piantine, mantenendo una temperatura leggermente superiore a quella esterna ed evitando la formazione di condensa. L’unica avvertenza, però, riguarda il loro montaggio: i teli antigrandine devono essere saldamente fissati alle apposite strutture di appoggio oppure ai pali di una serra preesistente con fermagli e clip e, soprattutto, devono essere ben tesi. In caso contrario, infatti, una grandinata molto violenta rischierebbe di farli crollare sul raccolto e causare danni perfino maggiori della grandinata in sé!

Oltre ai teli antigrandine, anche la costruzione di una serra fai da te assicura un’ottima protezione - sicuramente un po’ più impegnativa da realizzare, ma forse ancora più idonea a garantire le condizioni migliori per un orto florido e rigoglioso. Non dimentichiamo, infatti, che una serra è assai efficace anche per proteggere l’orto dal freddo! Per costruire una serra a tunnel e coltivare serenamente le nostre piante, basta stendere e fissare un telo trasparente in polietilene al di sopra di una struttura portante apposita, come quella costituita da archi di metallo fissati nel terreno ad una distanza regolare gli uni dagli altri. Ecco realizzata una copertura ancora più resistente per proteggere l’orto in inverno non solo dalla grandine, ma anche da neve e gelate!

Come proteggere l’orto dai gatti e da altri… invasori animali!

ìSe il nostro amico felino non vuole proprio saperne di stare alla larga dal nostro orto - che invade per le sue battute di caccia o, peggio, per effettuare i suoi bisogni senza riguardo alcuno per fiori e piante - allora bisogna correre ai ripari. Alcuni repellenti naturali si rivelano particolarmente odiosi per i gatti a causa del loro intenso profumo: bucce di agrumi secche o essiccate, fondi di caffè o anche alcune piantine aromatiche, quali erba cipollina, aglio, citronella, rosmarino e lavanda. Sistemandole qua e là tra le piante o direttamente intorno a quelle più delicate, a mo’ di recinto, riusciremo nell’intento di proteggere l’orto dai gatti e dalle loro incursioni!

Una soluzione ancora più efficace per proteggere l’orto dai gatti consiste nel sistemare una recinzione lungo il suo perimetro, abbastanza alta da impedir loro di saltarla. Delimitare l’area del raccolto separandola dal resto del giardino è l’ideale, del resto, anche per proteggere l’orto dal cane e dalla sua invadenza. Per dissuadere un amico a 4 zampe particolarmente vivace dal saltare tra le piante coltivate, dobbiamo avere l’accortezza d’installare una rete alta almeno 1 metro, oppure la pazienza di disporre intorno all’orto una fitta siepe che distolga la sua attenzione!

Se gli attentatori del nostro orto sono invece fastidiosi e piccoli insetti, allora l’impresa si fa più ardua. Ne esistono di diversi tipi che, andando pazzi per foglie e fiori, ci obbligano ad adottare rimedi specifici. Contro gli afidi, ad esempio, possiamo conficcare spicchi d’aglio nel terreno oppure spruzzare direttamente sulle piante un macerato d’aglio diluito con acqua. Le formiche, invece, sono infastidite da peperoncino tritato cosparso sul terreno, mentre col profumo di rosmarino, timo, salvia e menta possiamo allontanare i bruchi della farfalla cavolaia, ghiotta di foglie di cavolo. Le piante aromatiche, del resto, risultano sgradevoli a molti parassiti: basta piantarne un po’ in mezzo al raccolto per proteggere l’orto dagli insetti!

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione