CURARE LE PIANTE

Stella di Natale - Euphorbia Pulcherrima fam Euphorbiaceae

LEGGI IN 1'

Nome: Stella di Natale
Nome scientifico: Euphorbia Pulcherrima
Famiglia: Euphorbiaceae
Categoria: Piante da appartamento
Difficoltà: 2 Fiori

Descrizione

La stella di Natale è originaria del Messico. Questa pianta viene coltivata non tanto per il verde delle foglie o per i fiori piccoli e insignificanti, ma per il bellissimo effetto cromatico (rosso, rosa e bianco) delle brattee che circondano i fiori.

Consigli

E’ opportuno dare alla pianta un fertilizzante liquido ogni 15 giorni nel periodo dello sviluppo e della fioritura. La pianta necessita di terreno ricco, non calcareo e la invasatura va fatta in primavera con terriccio nuovo e concimato. Per la moltiplicazione in aprile-maggio prelevate delle talee di ramo lunghe 8-9 cm e dopo averle immerse in carbonella polverizzata ponetele a radicare in un composto di torba e sabbia.

Temperatura

Questa pianta tollera ambienti con temperature oscillanti tra i 14-22° C, ma può vivere anche a temperature inferiori. Non sopravvive però alle gelate e d’estate è bene portarla all’aperto.

Luce

La stella di Natale vuole un’abbondante illuminazione per mantenere le sue brattee con colori vivaci.

Acqua

Durante la primavera-estate e quando è fiorita è bene bagnare la pianta ogni due-tre giorni, mentre nel periodo di riposo occorre ridurre le annaffiature anche a una sola volta la settimana.

Avversità

Tra gli insetti che attaccano la stella di Natale vi è il moscerino bianco che è facilmente individuabile sulla pagina inferiore delle foglie. Per combatterlo si può usare un insetticida. Se le foglie ingialliscono si arricciano e poi cadono vuol dire che la pianta è troppo al buio o al caldo, bagnatela e portatela alla luce.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione