BELLEZZA

Che cos’è la coppettazione e a che cosa serve

LEGGI IN 2'

Esiste un trattamento, molto particolare, che ha completamente rubato la scena ad altri percorsi cosmetici più vecchi e prevede l'uso di coppette di vetro per curare una varietà di disturbi respiratori e digestivi e per migliorare la qualità della pelle: la coppettazione.

Che cos'è

La coppettazione è una forma della medicina tradizionale cinese che utilizza tazze di vetro per creare una sensazione simile al vuoto su determinati punti dell'agopuntura. Può anche essere usato per alleviare le condizioni digestive, così come le malattie respiratorie, come il comune raffreddore- La coppettazione migliora anche il flusso sanguigno, aumenta il movimento dell'ossigeno, migliora il drenaggio del sistema linfatico, diminuisce il dolore e l'infiammazione e ti aiuta a rilassarti.

Una sessione di coppettazione prevede l'uso di bicchieri di vetro o di plastica posti sopra o intorno all'area problematica. Il vuoto creato dalle coppe aiuta a colpire le aree dei tessuti profondi, che possono aiutare ad abbattere il tessuto cicatriziale e aiutare a rilassare i muscoli teneri o il tessuto connettivo. La coppettazione è l'opposto di ricevere un massaggio poiché invece di applicare pressione verso il basso, aiuta ad allontanare la pressione dai muscoli tesi.

Benefici

Come accennato, la terapia della coppettazione viene utilizzata per trattare una varietà di disturbi e può apportare benefici a più aree del corpo, inclusa la pelle. Oltre a migliorare il flusso sanguigno, aumenta il movimento dell'ossigeno e riduci l'infiammazione, tutti fattori che possono promuovere una pelle dall'aspetto più sano. Inoltre, può aiutare il tuo corpo a liberarsi delle tossine.

Potenziali effetti collaterali

Come con qualsiasi trattamento, è importante considerare gli effetti collaterali di questo trattamento. La coppettazione lascia spesso segni rossi e violacei simili a un succhiotto. Potrebbe esserci del dolore anche dopo una sessione di coppettazione, tuttavia, non è diverso dal dolore che potresti provare dopo un buon allenamento.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione