2019/04/19 23:24:4243163

NASCITA

Il parto con l’ipnosi per partorire soffrendo meno

LEGGI IN 2'

Rilassamento mirato per un parto meno ansioso

Sono sempre nuove le tecniche per rendere più dolce il parto alle future mamme e per far sì che il normale dolore di una nascita non diventi una sofferenza. Negli ultimi tempi è sempre più diffuso il ricorso all'ipnosi, tecnica per altro antichissima, applicata al parto e chiamata anche hypnobirthing,.

Che cos'è l'ipnosi

Facciamo subito chiarezza, dimenticate scenari estremi come perdita di coscienza o stati di trance: l'ipnosi medica è un'altra cosa. Si tratta della modificazione transitoria dello stato di coscienza, simile alla condizione del dormiveglia che, se solitamente si manifesta spontaneamente, qui viene indotto o autoindotto.
Come funziona? A uno specifico segnale si comincia un percorso mentale che in pochi minuti mette a riposo il pensiero razionale. Questo permette di spezzare il circolo vizioso in cui sono coinvolti dolore-paura del dolore-ansia.

Cosa succede al corpo?

Il corpo, svincolando la mente da un approccio ansioso al parto, produce endorfine, una sostanza che riduce il dolore. Di conseguenza si va incontro a minore sofferenza e ci si dilata più facilmente. Il rilassamento della mamma fa affluire anche più sangue alla placenta e questo consente al feto di muoversi più facilmente per uscire. Insomma si tratta di una buona soluzione per chi desidera trovare un metodo dolce per alleviare i dolori del parto, senza ricorrere ad esempio all'epidurale, mal tollerata da alcune donne e soprattutto non disponibile 24 ore su 24 in tutte le strutture, ma soggetta alla disponibilità degli anestesisti, e di solito garantita solo di giorno.

Come si impara

Negli ospedali, in tempo di tagli di fondi e di personale, l'hypnobirthing non è particolarmente sostenuto economicamente. Le strade da seguire per avvicinarsi a questa tecnica sono quindi due: imparare l'ipnosi in un corso privato in cui un professionista, di solito psicoterapeuta o ginecologo, insegna attraverso un ciclo di incontri la potenza di questa tecnica di rilassamento; oppure imparare l'autoipnosi. In questo ultimo caso sembra che le tecniche di base si possano apprendere anche in una sola lezione della durata inferiore all'ora, a patto di esercitarsi poi a casa con una certa costanza per fare propria questa tecnica prima del giorno del parto.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Ogni giorno un nuovo trucco!

Vieni su Instagram per scoprire curiosità, trucchi per la tua casa e molto altro.

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di altri siti per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti anche pubblicitari di prodotti Henkel o di altre aziende, vicini ai tuoi interessi. Se scegli di proseguire nella navigazione, o chiudi questo banner, esprimi il consenso all’uso dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la cookie policy di DonnaD per esteso, nonché decidere quali specifici cookie autorizzare o rifiutare.

Prosegui con la navigazione