MAMMA E BAMBINO

L'emozione dei primi passi

LEGGI IN 1'

Già verso i nove mesi, se proverete a tenere il bambino in piedi, sostenendolo per le braccia, potrete vedere che cercherà di muovere le gambe come se volesse camminare.

Si tratta per il momento solo di un istinto al di fuori della sua reale portata, solo dopo il primo compleanno il bimbo inizierà a muovere qualche vero passo, sempre con l'aiuto e la supervisione di un adulto. Niente da temere però se nostro figlio se la prende con comodo rispetto ai coetanei, non è il caso di forzarlo.

Ogni bambino ha i propri ritmi e le proprie personali tappe di sviluppo, cercare di spingerlo a camminare contro la sua volontà potrebbe provocare nel bambino traumi e ben più gravi ritardi nello sviluppo. Meglio quindi assecondare le sue attitudini ed i suoi ritmi.

I primi passi rappresenteranno per lui una grande soddisfazione ed una grande sfida. Agli inizi saranno molte anche le difficoltà ed i capitomboli. Nei primi tempi il bimbo alternerà i primi tentativi al più veloce e sicuro procedere a quattro zampe. Questa frase è breve e lascia il posto verso il 14-16 mesi alla vera capacità di camminare per brevi percorsi.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Ogni giorno un nuovo trucco!

Vieni su Instagram per scoprire curiosità, trucchi per la tua casa e molto altro.

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta