GRAVIDANZA

La cura del pancione

Il pancione: la prima culla del bambino è anche il più forte simbolo di femminilità e fertilità. Un tempo veniva nascosto gelosamente sotto i vestiti, oggi viene quasi "sfoggiato". Da sempre è stato protagonista di detti popolari e credenze.
LEGGI IN 1'

Nel corso dei mesi il pancione si trasforma per adeguarsi e proteggere la vita che contiene. Generalmente nel primo trimestre di gravidanza la pancia quasi non si nota, poi verso il quarto mese inizia a sporgere verso l'esterno venendo a contatto con la parete addominale.

La dimensione del pancione dipende dallo spazio interno ovvero se il bacino è capiente l'utero può espandersi anche lateralmente e quindi il pancione sarà meno sporgente. Diversamente se il bacino è stretto il pancione tenderà ad essere più visibile perché l'utero ha meno spazio.

Spesso, attorno al quarto quinto mese può apparire una striscia scura che scende dall'ombelico fino al centro del pube, causata dagli ormoni della gravidanza. Ma non c'è nessun problema. Dopo il parto la linea scomparirà. L'unica precauzione è di usare una crema a schermo totale quando si prende il sole.

Per quanto riguarda le smagliature. Si formano nei punti in cui la cute è maggiormente tesa provocando delle piccole lacerazioni. Gli esperti consigliano, fin dal primo mese, di applicare creme specifiche, olio di mandorle o di rosa mosqueta.

Infine dobbiamo sfatare le credenze popolari che vedrebbero nella forma del pancione una previsione sul sesso del nascituro. Niente di più falso perché, in realtà, la scienza ci dice che non c'è nessuna corrispondenza fra le due cose.

(Fonte, Donna&mamma)

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Ogni giorno un nuovo trucco!

Vieni su Instagram per scoprire curiosità, trucchi per la tua casa e molto altro.

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta