GRAVIDANZA

Il punto di vista del bimbo

LEGGI IN 1'

Nel primo trimestre, i movimenti del piccolo sono ancora involontari, ma indispensabili per il corretto sviluppo della muscolatura e del sistema nervoso.

Nel secondo trimestre, il bambino comincia a usare le manine per esplorare se stesso e il mondo che lo circonda. Compaiono le attività di suzione e deglutizione: il piccolo beve continuamente il liquido amniotico e lo espelle poi sotto forma di pipì.

Nel quarto semestre comincia anche a percepire suoni e sviluppare il senso del gusto. Tra il quinto e il sesto mese di gestazione, il bambino è in grado di vedere la luce e l'oscurità all'esterno del pancione: un fascio di luce intensa puntato sull'addome lo disturba, mentre il buio lo aiuta a riposare.

Dal settimo mese, i suoi movimenti si fanno sempre più energici e i calcetti sono visibili anche all'esterno. Si può già distinguere il temperamento del bambino. I bambini più 'vivaci' possono cambiare posizione anche novanta volte nel giro di dodici ore.

Nel corso del nono mese, i movimenti diminuiscono, perché lo spazio diventa sempre più stretto e si riduce la quantità di liquido amniotico. Il piccolo è obbligato, così, a stare un po' più tranquillo, ma soltanto per breve tempo, dal momento che la nascita è oramai imminente.

(Fonte, Donna&mamma)

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta