LEGGI IN 3'

Neuroni in palestra

Se è di fondamentale importanza tenere allenato il nostro fisico perché non dovrebbe essere lo stesso per il nostro cervello? Per mantenersi giovani non bisogna trascurare la palestra fatta di pesi e cyclette ma nemmeno quella fatta di esercizi per la mente.
I nemici in questo caso si chiamano abitudine e pigrizia. Proprio come abbiamo imparato a fare le scale piuttosto che a prendere l’ascensore, per mantenerci in forma, allo stesso modo è il momento di tornare a fare i calcoli a mente anziché usare la calcolatrice! Esistono esercizi adatti a mantenere giovane la mente, la velocità e la capacità di reagire agli stimoli. Preparatevi quindi a un vero e proprio programma di allenamento, ma non per gli addominali: stavolta per i neuroni.
Il primo passo è, come al solito, il più difficile: si tratta di scardinare le abitudini di sempre per fare posto a qualche attività che potrà sembrare banale o bizzarra ma va a sollecitare aree del cervello da tempo rimaste “inattive”. E perché no, questa potrebbe anche essere l’occasione giusta per farsi qualche risata... provare per credere.

Spezza l’abitudine

Ecco alcuni esercizi da ripetere quotidianamente: se sarete costanti potrete vedere i miglioramenti giorno dopo giorno. 

Cambio di mano. Ogni giorno compiamo i gesti più semplici nello stesso modo. Prova a lavarti i denti usando la mano sinistra (o la destra se sei mancino). Puoi anche provare a usare la forchetta o scrivere sulla tastiera del cellulare con la mano che di solito non usi. Sarà un modo valido di allenare quell’emisfero del cervello che abitualmente è a riposo durante questi gesti quotidiani.
A tutto colore. Scrivi “verde” su di un cartoncino rosso, “arancione” su di un cartoncino blu e così via per almeno una decina di colori. Leggi ad alta voce i colori facendo attenzione a non farti ingannare e a non pronunciare il nome del colore di sfondo. Allenerai molto la capacità di concentrazione.
Usa i 5 sensi. Compi un’azione che di solito fai utilizzando uno solo dei 5 sensi privilegiandone un altro. Ad esempio: al mattino apri l’armadio e scegli i vestiti ad occhi chiusi, utilizzando solo il tatto. Si tratta di capi che conosci, e dovresti essere in grado di riconoscerli anche solo toccandoli.

Numeri e lettere

Appunti mentali. Con l’avvento dei cellulari che memorizzano i numeri in rubrica abbiamo perso l’abitudine di ricordare anche solo quei dieci numeri di telefono che chiamiamo più spesso. Ti sembrerà un esercizio banale, ma è un toccasana per la memoria (oltre che per eventuali problemi con il telefono!)

Acronimi senza segreti. Sigle e abbreviazioni riempiono i nostri discorsi e le nostre orecchie: prova a scioglierne quanti più possibile. Comincia da questi: Cgil, Ansa, Digos, Fans... Sai decifrarli tutti?

ZVU... Esercitati a recitare l’alfabeto al contrario, fino a quando sarai in grado di recitarlo alla stessa velocità di come lo reciti normalmente partendo dalla A. Invertire l’ordine di una sequenza nota è un ottimo esercizio per la concentrazione. Preferisci i numeri? Prova allora a contare all’indietro da 200 sottraendo sempre uno stesso numero: 200, 197, 194...

Una sorpresa per restare giovane

Ci avete già provato? Non potete negare di divertirvi di più con questi esercizi che in palestra! È ovvio che questi sono suggerimenti ottimi per i meno giovani quanto per i più giovani: non è mai troppo tardi ma nemmeno mai troppo presto per mettere alla prova la nostra agilità mentale, nonni e nipoti possono provare insieme queste strategie di allenamento. Oltre a quanto proposto finora vi consigliamo di... saccheggiare un’edicola!

In testa agli acquisti intelligenti ci sono sicuramente le pubblicazioni di enigmistica ma è una buona idea anche comprare una rivista specializzata che non avete mai letto, per ricevere stimoli completamente nuovi leggendo articoli che potrebbero farvi scoprire parole mai sentite (da cercare sul dizionario) e magari una nuova passione. Chi l’ha detto che non possiate scoprire un interesse per il design o per i motori, così, per caso? E poi, se si tratta di rompere gli schemi, non c’è che l’imbarazzo della scelta: leggete a voce alta anziché mentalmente, cambiate tragitto per andare al lavoro, assaggiate cibi nuovi per stimolare gusto e olfatto... preparate una sorpresa nella vostra giornata: il vostro cervello vi ringrazierà!

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione