RAZZE

Europeo - Gatti a pelo corto

LEGGI IN 2'

Il gatto che la gente comunemente ritiene essere un gatto qualsiasi, privo del blasone di una razza ben definita, spesso appartiene alla grande famiglia dell’Europeo. E’ il gatto che noi tutti conosciamo, ogni esemplare è unico ed originale, il loro carattere varia da soggetto a soggetto, ma tutti condividono la vivacità, la furbizia e soprattutto, la capacità di regalare affetto sincero.

Caratteristiche

Origini

Il gatto Europeo proviene dal Nord Africa ed è arrivato in Europa grazie ai mercanti Fenici. Ha avuto subito un successo straordinario sia per la bellezza che per le doti di abile e robusto cacciatore di topi. Sembra che i mercanti genovesi lo considerassero addirittura un portafortuna. Negli anni 60 gli allevatori del Nord Europa ne hanno fissato tipo e standard.

Aspetto

L’aspetto presenta una varietà molto ampia, quella standard fissata dalle associazioni internazionale prevede una figura non tozza, ma con muscolatura forte e ben sviluppata. La testa deve essere rotonda con occhi non troppo obliqui, il pelo deve essere corto e la sua colorazione deve rispettare i canoni fissati dallo standard.

Colore

Vengono ammesse tutte le tonalità: il nero carbone, il bianco puro, il rosso intenso e caldo, il crema pallido, lo squama tartaruga, il pezzato, il blu o il grigio.

Temperamento

E’ il gatto domestico per eccellenza, docile e affettuoso, ama la compagnia dell’uomo, al quale si dona senza esitazioni. E’ attivo, furbo e curioso, ama andare a caccia di piccoli animali. Le femmine in particolare, si affezionano all'intera famiglia. Si adatta facilmente ad ogni ambiente.

Consigli e suggerimenti

Salute e cure

Avendo il pelo corto non richiede toelette molto ricercate: sarà sufficiente spazzolarlo 1 o 2 volte alla settimana,intensificando l'operazione durante il periodo della muta. Sono molto utili le spazzole di gomma e per lisciare e lucidare il mantello si può usare una pelle di daino inumidite.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione