RAZZE

Cane di Sant’Uberto (Bloodhound) - Levrieri e segugi

LEGGI IN 1'

C’è chi vorrebbe far risalire il nome con il quale la razza è conosciuta nei paese anglosassoni, Bloodhound al suo elevato lignaggio e che ritiene si riferisca alla sua abilità di fiutare le tracce di sangue. In ogni caso le indiscutibili doti di intelligenza ed intuito lo pongono ai primi posti tra i segugi da pista.

Caratteristiche

Origini

Le origini del Bloodhound (o Chien de St. Hubert) risalgono al Medioevo, nella zona conosciuta come zona delle Ardenne. Come molte razze la sua selezione ed il suo aspetto attuale deve moltissimo all’apporto degli inglesi. Le sue origini sono molto antiche, c’è chi sostiene che siano addirittura asiatiche. Altri studiosi sostengono l’ipotesi che i suoi progenitori siano stati i grandi cani da ricerca introdotti in Gallia dalle legioni di Roma. Fu una razza molto apprezzata a corte, fu oggetto di doni da parte dei nobili, in passato, e fu allevato con molta attenzione fin dal sedicesimo secolo.

Aspetto

Cane di media-grande taglia, pesante e piuttosto massiccio. Ha un’andatura lenta e imponente. La sua testa rappresenta uno dei punti più caratteristici della razza. È un cane di solida costruzione. Ha gli arti ben muscolosi e forti. Molto ben proporzionato il tronco, rispetto alla testa e agli arti.

Colore

Nero o marrone chiaro, fegato e marrone chiaro, rosso

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta