CANI E GATTI

Collare o pettorina?

LEGGI IN 2'

Da questo punto di vista, bisogna ritenersi molto fortunati visto che nei negozi specializzati c’è molta varietà di scelta: pelle, nylon oppure metallo. In questo caso conta molto il gusto del padrone anche se è utile avere qualche informazione utile sui pregi e i vantaggi di collare e pettorina. Ad esempio, è indispensabile controllare periodicamente la salute di pelle e pelo dell’amico a quattro zampe: in questo modo si controlla la tollerabilità dell’animale.

IL COLLARE

È sicuramente il metodo di controllo più efficace per controllare o accompagnare il proprio animale. Un semplice strattone può avere numerosi vantaggi di comando sul cane. Ma attenzione all’abuso di questo metodo perché inconsapevolmente gli si possono provocare danni fisici: alla cervicale, alla colonna vertebrale e alla trachea.

Le reazioni di Fido all’uso educativo dello strattone possono essere diverse ed entrambe negative. In un caso ignorerà il segnale e si comporterà in maniera aggressiva continuando a ‘tirare in avanti’ mentre nell’altro si fermerà del tutto e non vorrà più muoversi. Quindi un giusto equilibrio nel suo utilizzo farà la felicità di cane e padrone.

LA PETTORINA

Come il guinzaglio anche la pettorina offre vantaggi e svantaggi. Prima di tutto la pettorina teoricamente si adatta alla maggior parte delle razze e delle taglie ma con lo svantaggio che un cucciolo potrebbe non ricevere un’educazione di comportamento corretto e sviluppare una camminata sbagliata.

Ma tra i vantaggi c’è sicuramente la maggior liberà di movimento, donandogli la possibilità di sentirsi allo stesso tempo libero, sicuro e consapevole. Inoltre, si eviteranno i problemi che gli ‘strattoni’ dati erroneamente con il guinzaglio possono provocare al cane.

Un ultimo consiglio è quello che riguarda la scelta e quindi l’acquisto della pettorina. La preferenza dovrebbe essere verso il modello che meglio si adatta al corpo del cane e che sia quindi regolabile sia sul collo che sul torace. Non deve mancare una cinghia longitudinale superiore, sulla schiena, ed una inferiore, sul petto. L’anello a cui, poi, andrà fissato il guinzaglio, deve essere posizionato sotto il cinto scapolare.

Un’avvertenza per chi usa abitualmente la pettorina è di controllare sempre lo spazio tra l’imbragatura e l’animale, passando due dita per la giusta distanza.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta