VISO E CORPO

Come togliere lo smalto semipermanente a casa in 3 mosse

LEGGI IN 2'

Togliere lo smalto semipermanente a casa può essere una necessità, tanto più se non puoi andare dall’estetista: come fare? Servono pochi passaggi, ma fai attenzione a non rovinare le unghie e a non graffiarle.

Come togliere lo smalto semipermanente a casa in 3 mosse

1) Limare
Il primo step è limare le unghie, ma leggermente e con molta delicatezza, giusto per togliere il velo lucido senza rovinarle.

2) Togliere
A questo punto, puoi rimuovere lo smalto semipermanente: applica l’apposito solvente remover o al limite l’acetone su un dischetto di cotone tipo quelli che usi per struccarti o un batuffolo di cotone; ne prepari uno per ogni unghia e ve lo appoggi sopra; avvolgi l’unghia con la carta stagnola e lascia in posa per circa un quarto d’ora.

Trascorso il tempo, apri la carta argentata e togli il batuffolo. Al limite, se non rischi di graffiare l’unghia, puoi ruotare l’alluminio, e quindi, il batuffolo, come a voler asportare lo smalto.

Per levare del tutto lo smalto semipermanente, togli i residui con un bastoncino di arancio o un attrezzo spingicuticole. In ogni caso, procedi con estrema cautela per non rovinare e graffiare l’unghia.

A mano a mano, se serve, puoi “spolverare” le unghie dai resti dello smalto con un pennello morbido.

3) Rifinire
Taglia e lima le unghie come preferisci e trattale con un olio specifico o naturale che le idrati, ad esempio puoi applicare un po’ di olio di mandorle o di oliva e massaggiarle con delicatezza.

In generale, considera che trovi anche degli appositi kit e prodotti per togliere lo smalto semipermanente a casa.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione