PULITO IN 7 PASSI

Come pulire i vetri di casa senza lasciare aloni: i consigli

LEGGI IN 1'

Il tempo da dedicare ai vetri di casa non è poco anche perché avere delle finestre trasparenti e limpide rende l’ambiente luminoso e in generale un aspetto più pulito e ordinato degli spazi interni. E’ necessario pulirli almeno una volta a settimana, anche per non lasciarli per troppo tempo macchiati. Al primo velo di sporcizia o di schizzi di pioggia è bene dare una passata di panno per evitare che si fissino al vetro.

Ma come fare per evitare che rimangano fastidiosi aloni decisamente antiestetici da vedere?

- Non pulirli quando c’è il sole diretto perché il vetro caldo si asciuga troppo velocemente lasciando aloni vistosi.

- Scegliere un panno adatto che non lasci pelucchi come quello in microfibra.

- Spolverare il vetro con uno panno asciutto di cotone (e farlo ogni due o tre giorni).

- Passare un panno morbido bagnato e strizzato partendo da destra verso sinistra o viceversa.

- Per lavare, usare le soluzioni più efficaci come panno e acqua distillata oppure acqua tiepida e uno spruzzo di sapone per piatti.

- Per asciugare usare il tergivetro effettuando un movimento continuo da sinistra a destra e dall’alto verso il basso. Ogni volta che si giunge nella zona bassa asciugare l’attrezzo con un panno.

- Dopo averli puliti, ripassare immediatamente i vetri delle finestre con un panno di camoscio per rendere la superficie brillante.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione