TRUCCHI E SOLUZIONI

Come lavare i peluche dei bambini? I segreti del lavaggio a mano e in lavatrice

LEGGI IN 5'

Lavare i peluche dei bambini con buona frequenza è molto importante per eliminare non solo le macchie, ma anche la polvere che si annida continuamente. Ma come farlo al meglio? Ecco i miei segreti per il lavaggio a mano e in lavatrice. 

 

Segreti per lavare i peluche: i miei prodotti preferiti 

Ormai lo sappiamo: lavare non basta, o almeno non sempre. È infatti assolutamente necessario utilizzare prodotti che svolgano il lavoro al meglio. Negli anni ho provato tantissimi detersivi, ma alla fine c’era sempre qualcosa che non mi lasciava pienamente soddisfatta. Ma non mi sono arresa e finalmente ho trovato due alleati delicati che, non solo sono la soluzione ideale per i pupazzi dei bambini, ma anche per il bucato giornaliero di tutta la famiglia, in quanto lavano e rimuovono tutte le macchie, senza rovinare i tessuti. Tra l’altro lasciano un profumo di pulito delicato e agiscono direttamente sulle fibre così da renderle morbide e più resistenti.

Andando per ordine, come primo alleato ho scoperto Bio Presto Baby, studiato appositamente per pulire in maniera molto delicata vestiti e pupazzi dei bimbi. Come sappiamo, l’epidermide sino ai tre anni di vita è ancora più sensibile, quindi è necessario optare per un prodotto ipoallergenico che possa donare tutto quello che serve per ottenere pulito e morbidezza.

Vi segnalo fra l’altro una cosa molto importante: Bio Presto Baby è il primo detersivo realizzato e testato sotto stretto controllo pediatrico.

Insomma, una vera e propria scoperta che elimina le macchie, ma al tempo stesso non permane sui tessuti con dei residui fastidiosi. Lo uso sia a mano e sia in lavatrice e, con un solo lavaggio, peluche, vestitini, bavaglini - e chi più ne ha più ne metta - ritornano come nuovi. 

Ma ho anche un secondo alleato di cui non posso più a fare a meno, ovvero Vernel Carezza Delicata, che dona al bucato una morbidezza da sogno.

La sua speciale formula è adatta a pelli sensibili e soggette ad allergie: testato e approvato dal Centro Europeo per la Fondazione di Ricerca sulle Allergie (ECARF).

Bene, visto che sono certa che anche voi avete la casa invasa dai peluche, dopo avervi presentato i miei validissimi alleati, proverò a svelarvi qualche consiglio per un lavaggio ottimale.

Peluche dei bambini: come lavarli senza rovinarli

Io ho sempre provato un amore immenso per questi morbidi personaggi, tanto che alcuni dei miei di quando ero piccola sono ora tra le mani di Lavinia ed Elisabetta. Ma se mettiamo da parte per un attimo la gioia che portano questi giocattoli, qual è la prima cosa che viene in mente a noi mamme? Non so voi, ma io ogni volta che guardo i pupazzi delle mie figlie penso “ma quanto saranno sporchi?!”

La polvere infatti si nasconde dappertutto tra le particelle interne ed esterne dei tessuti e crea una condizione che può rivelarsi anche pericolosa, soprattutto in caso di allergie o asma (la polvere non fa mai bene in qualsiasi caso!). Ma vi dirò di più: una recente ricerca della Georgia State University ha constatato, fra l’altro, che tutti i microorganismi sopravvivono per lungo tempo, soprattutto sulle parti in plastica rigide.
Sia Lavinia che Elisabetta, fra l’altro, trascinano i loro peluche ovunque come se fossero dei trolley per poi portarseli a letto all’ora della nanna: non escono senza Bussi (è il migliore amico di Lavi) e Sophie (il coniglietto di Lili) e non poche volte cadono a terra anche in mezzo alla strada.

Noi abbiamo peluche di vario tipo: i meno utilizzati li tengo in alcune buste ben chiuse proprio affinché non si riempiano di polvere, ma altri fanno parte del nostro quotidiano e li teniamo nella cameretta pronti per il gioco. Oltre a Sophie e Bussi che, come vi dicevo, sono sempre insieme alle bambine. 

Per assicurare la giusta igiene ai loro peluche preferiti ed agli altri pupazzi della cameretta, sono costretta a lavarli molto spesso e quindi ormai mi definisco una vera professionista in materia! Anche io però mi sono posta tante domande in merito alla tipologia di lavaggio. Come fare quindi a lavare i peluche senza rovinarli? È meglio procedere con un lavaggio a mano oppure in lavatrice? Vi passo qualche consiglio!

Sicuramente, in primis, vi suggerisco di leggere l’etichetta dei peluche per scoprire il tipo di lavaggio che possono sopportare e poi procedere delicatamente, rispettando il tessuto e la forma. 

 

Lavare i pupazzi in lavatrice

Con due bambine piccole, un cane e un marito in casa che sporcano ancor più delle bimbe, la lavatrice è diventata la mia migliore amica (pensate che la mia può lavare anche 16kg di bucato!). Ho scoperto da poco che è una validissima compagna anche per lavare i pupazzi dei bambini, se si sceglie il programma corretto e si procede come da etichetta presente su ogni amico morbido. La prima cosa che faccio è mettere i peluche all’interno di una federa di un cuscino o sacchetto di stoffa come protezione, così che nessuno di loro possa rovinarsi. Questa dritta è super valida anche per i maglioni di lana e cotone e proviene da mia suocera, maniaca del bucato!

Secondo step è quello di selezionare un programma di lavaggio ecologico e leggero con una temperatura inferiore ai 30°C. Regola di base per tutti i lavaggi in lavatrice che vale anche per i pupazzi: non mischiate i colori, ma cercate di fare un lavaggio con nuance basiche e uno per i peluche colorati. Vi consiglio una centrifuga leggera (Max 400!).

Una volta terminato il lavaggio, se avete l’asciugatrice siete sicuramente avvantaggiate, in caso contrario, stendeteli in una zona calda e soleggiata del balcone/terrazzo. Badate, io non utilizzo mai il phon perché potrebbe rovinare i tessuti sia esterni che interni del peluche.

 

Lavare i pupazzi a mano

Ma conviene lavare i peluche a mano piuttosto che in lavatrice? Non direi, perchè, come vi dicevo, prestando la giusta attenzione, i peluche in lavatrice non si rovineranno! Quando ho solamente un peluche sporco, non accendo la lavatrice per ovvi motivi: riempio un catino con dell’acqua ed i miei detersivi delicati, immergendo il pupazzo per circa 15 minuti. Poi lo risciacquo in acqua tiepida, strizzo con delicatezza e aspetto che asciughi con tanta pazienza (ovviamente non riusciremo mai strizzando ad ottenere lo stesso effetto della centrifuga, quindi l’asciugatura richiederà più tempo!).

 

Insomma, visto che sporcare i peluche e buttarli per terra è una delle attività più divertenti per le mie figlie (ma credo d’altronde sia così un po’ per tutti), ormai mi sono attrezzata e, con Bio Presto Baby e Vernel Carezza Delicata, ora so di poter lavare in totale sicurezza!

 

Al prossimo consiglio!

 

Laura Latino di Just4Mom

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta