2018/12/16 22:12:3140005

PULITO IN 7 PASSI

Come lavare un copridivano bianco alla perfezione

LEGGI IN 2'

Lavare un copridivano bianco in modo veloce a volte non è sufficiente, in quanto può rimanere un alone grigiastro: vediamo come effettuare la pulizia del rivestimento del divano in base al materiale di cui è fatto.

Come lavare un copridivano bianco in stoffa
La prima cosa da guardare è l’etichetta che si trova nelle fodere o la serie di istruzioni sul libretto. Sono queste, infatti, a darci le prime coordinate, anche in base allo specifico tessuto. Così sappiamo se possiamo applicare del detersivo direttamente sul copridivano, se il candeggio è vietato o se dobbiamo lavarlo a mano o farlo pulire a secco.

Laddove il copridivano sia lavabile, dopo averlo tolto, tienilo da un lato e scuotilo delicatamente per 2-3 volte, così elimini grossolanamente la polvere e le sporcizie.

Quindi, mettilo nella vasca o in una bacinella capiente per il pre-lavaggio, che consente di rimuovere ulteriormente la polvere. Soprattutto se ci sono aloni grigi, neri o giallastri, passavi un pezzo di sapone di Marsiglia o applica uno smacchiatore idoneo e strofina delicatamente, anche i lembi di stoffa tra di loro; dopo il risciacquo veloce, lascia in ammollo con un po’ di detersivo delicato. In questa fase, un rimedio della nonna è la candeggina, ma valutane l’uso al limite, in quantità piccolissime, se è indispensabile, come ultima spiaggia, ovviamente se l’etichetta lo consente; risciacqua con la massima cura.

Il pre-lavaggio si può fare in lavatrice? Al limite usa il programma apposito se il ciclo è delicato e il passaggio nell’elettrodomestico è segnalato nelle indicazioni del tuo divano.  

Quindi procedi con il lavaggio del copridivano bianco, a mano o in lavatrice secondo le indicazioni del tuo modello. In genere, si fa un lavaggio delicato, senza centrifuga e strizzature, a una temperatura di 30 gradi o, in alcuni casi, 40.

Un altro rimedio della nonna per la pulizia del divano bianco, soprattutto di quello non sfoderabile, è il bicarbonato, da mettere sulle superfici e aspirare in un secondo momento.

Ma per questo e per tutti i prodotti e metodi indicati, consulta le istruzioni e fai una prova su una parte che non si vede, per verificare il risultato ed eventuali problemi sul tessuto del tuo divano che, magari, può anche aver subito dei trattamenti particolari e, quindi, essere più delicato.

Una regola generale può essere quella di pulire un copridivano o due alla volta, per agevolare una pulizia efficace.  

Come lavare un copridivano bianco in pelle
Anche in questo caso, conviene dare un’occhiata all’etichetta o alle istruzioni, anche perché ci sono diversi tipi di pelle. In linea di massima, pulisci il copridivano con un panno morbido e bianco asciutto; se serve, detergilo con acqua tiepida o con acqua e sapone neutro e incolore, in modo veloce e con un tocco delicato, senza sfregare, con il panno ben strizzato, quindi asciuga subito.

Per la pulizia profonda, potrebbe bastare anche un passaggio con del latte, o con latte e acqua o con un prodotto specifico.

Ovviamente, un test preventivo è utile per provare che i prodotti non rovinino il tuo divano.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Ogni giorno un nuovo trucco!

Vieni su Instagram per scoprire curiosità, trucchi per la tua casa e molto altro.

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di altri siti per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti anche pubblicitari di prodotti Henkel o di altre aziende, vicini ai tuoi interessi. Se scegli di proseguire nella navigazione, o chiudi questo banner, esprimi il consenso all’uso dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la cookie policy di DonnaD per esteso, nonché decidere quali specifici cookie autorizzare o rifiutare.

Prosegui con la navigazione