2019/09/19 21:54:3136825
2019/09/19 21:54:3118159

CURARE LE PIANTE

Come evitare i ristagni d’acqua nei vasi: 7 rimedi

LEGGI IN 2'

Come evitare i ristagni di acqua nei vasi? L’annaffiatura, infatti, è forse il capitolo più difficile quando si coltivano piante, fiori e ortaggi, in quanto molti esemplari soffrono degli eccessi che possono far marcire le radici e, quindi, portano alla morte della pianta stessa.

Ecco, dunque, alcuni rimedi per il drenaggio, ovviamente da valutare e adattare in base alla pianta, in modo da coltivarla rispettando le sue esigenze:  

1) I fori
Molti vasi sono provvisti di buchi sul fondo per il drenaggio. Al limite, se non ci sono, puoi provare a farli tu.

2) Lo strato drenante
Prima di invasare e piantare, sul fondo del vaso, metti dei materiali drenanti e inerti che, cioè, non reagiscono con l’acqua o con il terriccio. Per questo scopo, è usata l’argilla espansa; tra gli altri, ci sono anche ghiaia, cocci di terracotta, piccole pietre.

3) Il terreno
Soprattutto se il terreno è compatto e tende a trattenere l’acqua, puoi mescolarlo con sabbia di fiume, ovviamente se questo ingrediente è compatibile con quanto vuoi coltivare.

4) Il sottovaso
Un’idea per evitare i ristagni può essere svuotare i sottovasi, periodicamente o dopo un po’ dall’annaffiatura, ma valuta se e come adottare questa pratica in base al tipo di pianta, ovvero alla sua sensibilità ai ristagni di acqua, e alla stagione.

5) Il doppio sottovaso
Questo rimedio, in effetti, è una tecnica usata per creare un ambiente umido per le piante da interno. In un sottovaso grande, in posizione centrale, sistema un sottovaso più piccolo e capovolto. Nello spazio tra i due recipienti, metti dell’argilla espansa e dell’acqua.

6) I sostegni
Per evitare i ristagni idrici nei vasi, un rimedio tradizionale è mettere dei sostegni sotto il vaso, come dei tappi di sughero tagliati a metà, di modo che le radici non siano a contatto diretto con l’acqua.

7) L’idrocoltura
Per tagliare la testa al toro, puoi valutare di coltivare le piante con l’idrocoltura, cioè senza terreno, nell’acqua, così assorbono loro quella che gli serve. Qui trovi l’occorrente e le spiegazioni per questa tecnica di coltivazione.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Ogni giorno un nuovo trucco!

Vieni su Instagram per scoprire curiosità, trucchi per la tua casa e molto altro.

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicchi su “Prosegui con la navigazione”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Prosegui con la navigazione