SCUOLA DI CUCINA

Come si cuoce il farro con i modi e i tempi per non sbagliare

LEGGI IN 2'

Conosciuto sin dai tempi antichi, il farro sta vivendo una sua nuova fama in cucina, precisamente da quando sempre più persone si scoprono sensibili al grano, spesso protagonista di intolleranze. Il farro, sebbene sia comunque un prodotto contenente glutine, ne contiene comunque di meno rispetto al frumento, inoltre è leggermente più proteico e risulta anche più digeribile di quest'ultimo.

In commercio, oltre alle farine di farro (integrale e raffinata) e ai prodotti da forno fatti con queste ultime, possiamo trovare anche il farro in grani, in versione perlata o decorticata, pronta alla cottura. Con i grani di farro bolliti possiamo preparare ottime insalate fredde, mescolandolo anche a riso e orzo, oppure anche ottime zuppe rustiche, sane e genuine.

Come detto però il farro, sia decorticato sia perlato, ha bisogno di essere bollito prima di essere usato per le nostre ricette. Nel primo caso è necessario sciacquare i chicchi sotto l'acqua corrente e poi metterli a bagno per almeno 6-7 ore, al fine di ammorbidirli, prima di cucinarli.

Dovremo scolarli e travasarli in una pentola con altra acqua, rispettando il rapporto di 1:3, con il liquido che dovrà essere sempre almeno 3 volte la quantità del cereale. Portiamo a bollore, saliamo e facciamo cuocere a fuoco medio per almeno un'ora. Dopo di che scoliamo e usiamo il nostro farro per le preparazioni che desideriamo.

Il farro perlato è meno lungo da cuocere e non necessita dell'ammollo. Sciacquiamolo sempre sotto l'acqua corrente, mettiamo in pentola e copriamo con il triplo dell'acqua, facciamo bollire e saliamo. Il nostro farro sarà pronto in circa mezz'ora.

In alternativa, sia nel caso del farro perlato sia decorticato, possiamo cuocere il cereale anche il padella. Mettiamo a scaldare dell'olio extravergine di oliva in una padella, poi versiamo i chicchi di farro scolati dall'acqua all'interno e facciamole tostare per un paio di minuti.

Quando i grani di farro saranno profumati della tostatura, copriamo con acqua o brodo già salati e caldi e mettiamo il coperchio, lasciando cuocere a fuoco dolce per mezz'ora abbondante o comunque fino a quando il liquido non verrà assorbito dal cereale e quest'ultimo non sarà tenero all'assaggio.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Ogni giorno un nuovo trucco!

Vieni su Instagram per scoprire curiosità, trucchi per la tua casa e molto altro.

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta