POLLICE VERDE

Come coltivare lo statice: 12 consigli per i fiori di carta

LEGGI IN 2'
Coltivare lo statice è una buona idea se vuoi avere dei fiori che mantengono i colori anche quando sono secchi, dunque puoi fare delle composizioni senza il bisogno di acqua
Di origine mediterranea, puoi coltivarli con facilità sia in giardino sia in vaso
Il loro nome scientifico è Limonium e appartengono alla famiglia delle Plumbaginaceae, ma sono noti anche come fiori di carta, Limonio, lavanda di mare.
Lo statice è perenne, ma si può coltivare come annuale, anche nelle zone costiere, e fiorisce in estate-autunno
 
 
Come coltivare lo statice: 11 consigli per i fiori di carta
1) Prevedi la coltivazione dello statice o il posizionamento del vaso in un luogo soleggiato;
 
2) In linea di massima, il Limonio si adatta a diversi tipi di terreno, ma quello argilloso non è molto adatto;
 
3) In ogni caso, il terreno deve far passare l'acqua. Perciò, per il drenaggio, metti delle palline di argilla espansa sul fondo del vaso e poi inserisci il terreno;
 
4) Se vuoi seminare lo statice, puoi procedere in primavera dopo le gelate. 
 
5) Per coltivare lo statice, lascia circa 30-40 centimetri tra le piante. In generale, fai in modo che non siano troppo vicine e che l'aria circoli per prevenire l’insorgere di marciumi e malattie fungine
 
6) Attenzione a non eccedere con l'acqua in quanto gli eccessi possono essere nocivi per la pianta. Ad esempio, puoi svuotare i sottovasi per evitare i ristagni;
 
7) In base al terreno, valuta di concimare le piante un paio di volte all'anno oppure ogni due settimane circa nella bella stagione, senza esagerare con le quantità; 
 
8) In generale, per la coltivazione dello statice, è preferibile un clima mite. Se vuoi avere il Limonio in un posto con un inverno rigido, valuta di fare una pacciamatura sul terreno, mettere i vasi dentro o prendere delle varietà resistenti al freddo;
 
9) Per la coltivazione dei fiori di carta, puoi potare la pianta;
 
10) Per sostenere la crescita, puoi mettere dei tutori di legno ai quali legare le piante; 
 
11) Raccogli i fiori di statice quando sono fioriti quasi del tutto (dopo non si aprono);
 
12) Per seccare lo statice, fai dei mazzetti e appendili a testa in giù in un luogo asciutto e caldo con una buona circolazione dell'aria. In alternativa, potresti provare a lasciarli in un vaso senza acqua. 

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta