AFFETTIVITÀ

Come aiutare tuo figlio con un’amicizia tossica

Le amicizie tossiche sono molto difficili da gestire quando si è bambini e magari anche sensibili. Un genitore può fare molto per aiutare il proprio figlio in questa grande difficoltà.
LEGGI IN 2'

Le amicizie sono legami fondamentali nella vita dell’uomo e sono particolarmente importanti da bambini. Aiutano la crescita, la capacità di socializzare e di interazione. Detto ciò possono essere fonte di gioia, ma anche di grande sofferenza. Molto spesso si instaurano legami tossici, decisamente malsani, che possono ostacolare la serenità dei più piccoli. Ma cosa deve fare un genitore?

Nota cambiamenti improvvisi nel suo umore, abitudini o comportamento. Se perde interesse per qualcosa che amava, o addirittura smette di fare le cose quotidiane che faceva una volta in modo naturale, come giocare con il cane o fare le parole crociate sul giornale, " è un segno che forse sta succedendo qualcosa nel suo mondo.

Il comportamento dell'amico tossico non supera il test dello specchio. Come genitore, il tuo compito è ricordare ai tuoi figli il loro buon cuore. Digli: "Non faresti mai a nessuno quello che il tuo amico sta facendo a te". Gli amici tossici creano e prosperano sulla confusione e sulla distorsione. Spesso il bambino più empatico non si rende conto di chi è la colpa. Potrebbe preoccuparsi di aver fatto qualcosa di sbagliato.

Ascolta, non consigliare. È naturale voler dire a tuo figlio di interrompere semplicemente l'amicizia. Ma la cosa migliore è l'empatia. Quando tuo figlio esprime preoccupazione per l'amicizia, il genitore deve intervenire facendo sentire il sostegno, responsabilizzando il bambino e confortarlo.

Chiedi alla scuola di monitorare le loro interazioni. Avvicinati al preside, un insegnante o un consulente fidato e chiedi collaborazione. Ma preparati al respingimento. Gli altri genitori e gli insegnanti hanno spesso un'impressione di un bambino che potrebbe non essere accurata. Questa approvazione pubblica alimenta l'ego del bambino tossico.

Concentrati sulla vita interiore di tuo figlio. Fai del tuo meglio per garantire che i tuoi figli mangino sano, facciano esercizio, stiano al passo con i compiti e abbiano buoni voti. Ma c'è tutta un'altra parte nell'essere genitori, che coincide con  l’essere in sintonia con il mondo interiore di un bambino. Solo perché prendono buoni voti o sono una rock star sul campo di calcio non significa che dentro sia tutto a posto.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta