RICETTARIO

La ricetta del Boulevardier: il cocktail rosso per San Valentino

PREPARAZIONE

Si chiama Boulevardier ed è il cugino più prossimo del Negroni, il classico cocktail inventato in Italia negli anni 20, che prevede un sapiente mix di soli tre ingredienti, ossia il Gin, il Vermouth rosso e il bitter Campari. A differenza di quest'ultimo, il primo è un drink che fa una piccola sostituzione di superalcolici, che lo rende più internazionale.

Caratterizzato da un intenso colore rosso rubino, il Boulevardier è un drink che sprigiona un aroma di whiskey bourbon molto piacevole. Per il cin cin di San Valentino è un'ottima bevanda, sia per chiudere alla perfezione il pasto sia da accompagnare ai cioccolatini di fondente.

La preparazione di questo cocktail è piuttosto semplice e si può servire sia nel classico bicchiere da Martini, in questo caso completamente liscio, sia nel tumbler basso o Old fashioned glass, in questo caso ricco di cubetti di ghiaccio che lo rinfrescano e lo alleggeriscono.

La ricetta del cocktail Boulevardier

Versiamo del ghiaccio in un mixing glass preferibilmente tenuto in freezer affinché sia già perfettamente freddo. Ora aggiungiamo uno ad uno il whiskey bourbon, il Vermouth rosso e il bitter Campari, mescolando leggermente con un cucchiaino da cocktail classico.

A questo punto filtriamo con lo strainer direttamente all'interno dei bicchieri da servizio scelti. Come detto, nel caso della coppa da cocktail, la bevanda dovrà essere assolutamente liscia, mentre se optiamo per il tumbler basso, dovremo prima riempire il bicchiere con qualche cubetto di ghiaccio.

Decoriamo il Boulevardier cocktail con una scorza di arancia tagliata a spirale e infilata in uno spiedino da cocktail. La buccia dovrà essere a contatto con il liquido per sprigionare i suoi oli essenziali e dare al drink un piacevole sentore di agrumi.

Se si preferisce un gusto più intenso si può anche immergere al posto dello zest di arancia, una fetta intera di questo frutto dal sapore fresco, dolce e leggermente acidulo. La ricetta originale del Boulevardier non lo prevede, ma se piace, ci si può certo concedere una licenza in tal senso.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione