2019/03/20 05:03:2012621

SCUOLA DI CUCINA

Cipollotti in agrodolce: come si fanno in modo semplice

LEGGI IN 2'

Buoni nei nostri panini e perfetti per aperitivi e antipasti, i cipollotti in agrodolce sono una ricetta molto semplice da realizzare, per cui bastano davvero pochi ingredienti e passaggi essenziali per eseguirla alla perfezione. La cosa essenziale è avere a disposizione una materia prima di buona qualità e fresca, perché il sapore deve essere piacevole ed intenso.

Anche se normalmente questo agrodolce si prepara con le cipolline borettane, la variante con i cipollotti è egualmente deliziosa, soprattutto se optiamo per varietà quali il cipollotto rosso di Tropea o quello nocerino, optando per prodotti del giusto grado di maturazione e dalla forma piuttosto piatta alla base.

Il primo passaggio sarà mondare proprio questa parte dal verde superiore e dalle radici che sono attaccate, in modo da avere i cipollotti pronti per la fase successiva della caramellizzazione in padella. Per farlo ci serviranno una noce di burro, un buon aceto balsamico o una glassa gastronomica di qualità alta, del brodo vegetale salato e un po' di zucchero.

Facciamo fondere il burro in padella e poi tuffiamo i nostri cipollotti, girandoli bene per far imbiondire e ammorbidire la polpa. Aggiungiamo il brodo e lo zucchero, entrambi in quantità minima, mescoliamo, copriamo la padella e abbassiamo la fiamma per fare in modo di stufare leggermente i cipollotti. Quando il liquido si sarà ridotto aggiungiamo l'aceto balsamico.

Concludiamo la cottura senza coperchio, rigirando spesso i nostri cipollotti in agrodolce per far assorbire bene il liquido. La salsina dovrà addensarsi sempre a fuoco basso, dorando la materia prima in modo omogeneo, senza scivolare via.

La cottura dei cipollotti deve essere breve, giusto una decina di minuti o anche meno se sono di piccola misura, ma se ci serve che siano morbidi per farcire panini e focacce, possiamo lasciarli andare ancora per qualche minuto.

Serviamo i nostri cipollotti in agrodolce con la salsa rimasta ed eventualmente aggiustiamo di sale se il sentore zuccherino risultasse troppo intenso. Se notiamo che l'aceto balsamico è troppo dolce, possiamo mixarlo con un po' di vino non frizzante.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Ogni giorno un nuovo trucco!

Vieni su Instagram per scoprire curiosità, trucchi per la tua casa e molto altro.

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di altri siti per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti anche pubblicitari di prodotti Henkel o di altre aziende, vicini ai tuoi interessi. Se scegli di proseguire nella navigazione, o chiudi questo banner, esprimi il consenso all’uso dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la cookie policy di DonnaD per esteso, nonché decidere quali specifici cookie autorizzare o rifiutare.

Prosegui con la navigazione