IDEE VERDI

Ciclamini in inverno: come proteggere la pianta

LEGGI IN 2'

I ciclamini in inverno, come molte altre piante da interni ed esterni, possono sopravvivere solo se prendiamo qualche precauzione per evitare che le temperature troppo fredde possano rovinare fiori e foglie. Stiamo parlando di una pianta bulbosa che ci regala grandi spettacoli di fioriture, profumi, colori. Sono piante resistenti e longeve, che possono arrivare a vivere anche fino a 5 anni se non di più. Si può sistemare sia in casa sia sul balcone o in giardino, prestando però attenzione soprattutto in estate e in inverno, perché le condizioni meteo estreme di queste due stagioni potrebbero mettere a rischio la sua salute.

Durante la stagione invernale sarebbe sempre bene tenere i ciclamini in casa, in zone però non troppo calde. I vasi devono essere messi distanti dai termosifoni, in luoghi dove la temperatura è compresa all'incirca tra i 10 e i 18 gradi. Ricordati infatti che la temperatura ottimale per coltivare un ciclamino è di circa 16 gradi. Non lasciamoli sul balcone, perché il freddo intenso e magari correnti d'aria o colpi di vento potrebbero mettere a rischio la nostra pianta.

Se abbiamo trovato una zona non troppo calda e non troppo fredda in casa dove posizionare i nostri ciclamini, teniamo lì i vasi per tutto l'inverno, riportandoli magari fuori in primavera, non appena le temperature si alzano un po'. Se non abbiamo la possibilità di tenere questa pianta in casa, possiamo creare sul balcone o in giardino una zona un po' coperta, semplicemente usando un telo di plastica trasparente. Che però dovrà avere dei buchi per far respirare l'aria. E di tanto in tanto controlliamo il telo, perché il vento potrebbe strapparlo ed esporre i nostri ciclamini alle temperature rigide dell'inverno. Così potremo avere sempre ciclamini bellissimi.

Se viviamo in zone dal clima mite, invece, possiamo tranquillamente lasciare le piante di ciclamino all'aperto anche in inverno, magari in zone protette dal vento, dalla pioggia e da possibili nevicate. Invece se le teniamo in casa, facciamo prendere loro un po' di aria di tanto in tanto. E non annaffiamole troppo spesso. Il terreno non deve mai essere secco, ma nemmeno troppo umido, perché la pianta potrebbe risentirne.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta