SCUOLA DI CUCINA

Cavagnetti di Pasqua: come fare i cestelli di pane liguri

LEGGI IN 2'

Si chiamano cavagnetti di Pasqua e il nome tradisce all’istante la loro provenienza genovese, in quanto in dialetto ligure il cavagnetto è il cestino, la forma a cui si ispirano proprio questi deliziosi prodotti da forno pasquali con l’uovo sodo all’interno. Li si può trovare in versione dolce o salata e in molti sostituiscono la classica frolla con una più soffice pasta brioche.

La ricetta con la frolla è tuttavia quella originale, nonché la più semplice da replicare anche in casa, senza dover perdere tempo con lunghe lievitazioni. Come detto, i cavagnetti liguri si possono preparare sia in versione dolce sia salata e nel primo caso, solitamente, si decora la superficie con degli zuccherini colorati, nel secondo si insaporisce l’impasto con del salame.

Per la base di pasta frolla dei cavagnetti di Pasqua della Liguria ci serviranno: 500gr di farina doppio zero, 250 grammi di burro non salato, 1 uovo, acqua fredda quanto basta. In più, per la versione salata aggiungeremo una spolverata di pecorino romano e salame a pezzetti a piacere. Per quella dolce ci serviranno invece 180gr di zucchero semolato, ½ bustina di lievito vanigliato in polvere e confettini colorati.

Le uova sode che andremo ad usare potranno essere cotte sia in acqua trasparente, sia in acqua colorata con i coloranti alimentari, facendo attenzione a non rompere i gusci. La pasta frolla dei cavagnetti andrà fatta come ogni classica frolla, quindi versando a fontana gli ingredienti secchi e mettendo al centro quelli umidi, da incorporare poco alla volta.

Il panetto di frolla dolce o salata andrà poi appallottolato e messo a riposare in frigorifero per circa una mezz’ora. A questo punto possiamo tirarla fuori e stenderla sul piano da lavoro infarinato ad uno spessore di mezzo centimetro, ritagliando dei dischi abbastanza ampi da farci stare comodamente un uovo sodo all’interno.

Dopo aver disposto le uova, usiamo gli avanzi della frolla per creare delle strisce, tipo quelle della crostata, dentro cui chiudere l’uovo a cestino. L’impasto avanzato ci servirà anche per fare dei decori intorno all’uovo stesso, magari creando delle trecce di impasto, in ultimo, spennelliamo con un po’ di latte e albume la superficie e, in caso di cavagnetto dolce, fissiamo gli zuccherini colorati.

Cuociamo in forno già caldo a 180° C per circa mezz’ora o comunque fino a quando la pasta frolla non ha assunto un bel colore dorato. A questo punto sforniamo i nostri cavagnetti di Pasqua liguri e facciamoli raffreddare del tutto prima di degustarli o offrirli.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Ogni giorno un nuovo trucco!

Vieni su Instagram per scoprire curiosità, trucchi per la tua casa e molto altro.

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta