2019/02/22 18:48:1420076

SCUOLA DI CUCINA

Cardi in pastella e fritti: come cucinarli in modo che siano croccanti

LEGGI IN 2'

I cardi in pastella e fritti sono una bontà culinaria che troviamo nei ricettari di molte zone del Sud Italia, in particolar modo Sicilia, Calabria e Basilicata. Ma anche altrove questa preparazione è piuttosto rinomata, amatissima da chi apprezza il sapore di questa verdura e da chi non disdegna la frittura ricca.

Ma come si cucinano i cardi fritti? La prima cosa da preparare è la pastella, che avrà bisogno di almeno 3 ore di riposo prima di essere adoperata. Una buona soluzione è farla la sera prima e lasciarla lievitare una notte, prendendola il giorno dopo per la frittura vera e propria.

Per farla mescoliamo mezzo chilo di farina bianca con metà panetto di lievito di birra, circa 12-13 grammi di prodotto, debitamente disciolto in acqua tiepida o latte. La quantità del liquido deve bastare a creare un impasto morbido e colloso, quello tipico delle pastelle per frittura.

Sigilliamo il contenitore con della pellicola trasparente e mettiamo a riposare in un luogo tiepido della casa, nell'attesa di usare. Quando la pastella si sarà gonfiata, possiamo passare alla fase successiva, ossia la sbollentatura dei cardi, che andranno preventivamente cotti in acqua salata fino ad ammorbidirsi.

Ovviamente prima di cuocerli eliminiamo le parti nodose e i filamenti, oltre che le foglie, poi tagliamo le cose, o costole, in pezzettoni e tuffiamoli in acqua fredda con mezza fetta di limone. Cuociamo con l'acqua acidulata, eliminando il frutto dopo che avrà rilasciato il suo succo e saliamo al primo bollore.

In una mezzoretta, anche meno se le coste erano di misura piccola, i nostri cardi saranno pronti ad essere scolati, asciugati e passati nella pastella per essere fritti. L'olio dovrà essere ben caldo per evitare che la frittura risulti morbida e non croccante.

Quando si sarà creata una patina dorata da ambo i lati, usiamo una schiumarola per tirare via i cardi dall'olio bollente. Lasciamo asciugare l'olio in eccesso adagiandoli su un piatto foderato con carta assorbente, eventualmente spolveriamo con un po' di sale, a gusto, poi serviamo caldi.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Ogni giorno un nuovo trucco!

Vieni su Instagram per scoprire curiosità, trucchi per la tua casa e molto altro.

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di altri siti per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti anche pubblicitari di prodotti Henkel o di altre aziende, vicini ai tuoi interessi. Se scegli di proseguire nella navigazione, o chiudi questo banner, esprimi il consenso all’uso dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la cookie policy di DonnaD per esteso, nonché decidere quali specifici cookie autorizzare o rifiutare.

Prosegui con la navigazione