CANI E GATTI

Cane che si morde la coda: cosa significa

LEGGI IN 2'

Vedere un cane che insegue e morde la sua coda è un’immagine piuttosto nota che talvolta suscita ilarità in chi la osserva, in quanto può sembrare un buffo comportamento. In realtà quando il cucciolo è ancora giovane e quindi non ha ancora completa cognizione del suo corpo, questo atteggiamento rappresenta un po’ un gioco, ma anche lo stimolo del predatorio.

In genere basta poi che il piccolo terremoto afferri effettivamente la coda fra i denti per capire che è una parte integrante di sé, il che spesso si traduce nel lasciarla andare e non riprovare a prenderla. Se poi in casa ci sono altri animali, con molta probabilità saranno le code altrui a destare attenzione del cucciolo, stimolandolo al gioco.

Diverso è se a mordersi la coda è un cane adulto, perché in questo caso potrebbe essere sintomo di disagio a livello comportamentale. I cani possono infatti sviluppare disturbi compulsivi, che includono leccarsi spesso e in modo violento le zampe o anche afferrare la coda fra i denti, arrivando anche a sanguinare.

Se in cane infatti si sente in una situazione di forte disagio (spesso gli esemplari adulti presi da canile possono manifestare questo comportamento), può arrivare a farsi del male mordendosi la coda. La cosa può anche essere graduale, iniziando col leccamento e finendo con morsi veri e proprio, ripetuti nel tempo ogni qualvolta si presenta una situazione di stress che non sanno gestire.

Terzo caso, il cane che si morde la coda potrebbe avere problemi di parassitosi, perciò istintivamente la tendenza è a grattarsi e mordicchiarsi dove sente fastidio. In tutti questi casi è bene chiedere consiglio al veterinario di fiducia per capire da cosa abbia origine questo comportamento, magari facendosi consigliare un istruttore cinofilo in caso di disagio comportamentale.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Ogni giorno un nuovo trucco!

Vieni su Instagram per scoprire curiosità, trucchi per la tua casa e molto altro.

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta