DIVENTARE MAMMA

Cambio del pannolino, 5 errori comuni

Quando si cambia il pannolino, soprattutto le prime volte, si rischia di commettere qualche errore abbastanza sciocco. Ecco qualche consiglio per prendere la mano con questa pratica molto comune fino a quasi il terzo anno di vita del piccolo.
LEGGI IN 1'

Il cambio del pannolino diventerà talmente una routine, che sarai in grado di pulire il tuo bimbo in pochissimi minuti senza commettere neanche un errore. Le prime volte però devi prenderci la mano. Quali sono gli errori più comuni?

Cambi il bambino troppo spesso. Non devi affrettarti. Quando è piccolino puoi cambiarlo dopo la poppata o subito prima (considera quindi ogni 2/3 ore), quando è più grande – se non si è scaricato e non fa caldo – puoi cambiarlo anche ogni 4 ore.

Evita di cambiarlo di notte (a meno che non sia indispensabile). Cambiarlo nel cuore della notte vuol dire svegliarlo e onestamente vuole anche dire non dormire più.

Usi troppi prodotti. Semplicità: basta usare un detergente idratante, profumato e senza coloranti. E nel caso di sederino rosso, ci vuole una buona pasta di zinco.

Lavi il bimbo con acqua troppo calda o fredda. Assicurati che la temperatura dell'acqua del tuo bambino sia giusta e assicurati che il tuo bagno sia stato scaldato adeguatamente. Per essere più tranquilla, puoi sempre utilizzare un termometro.

Bagni il moncone ombelicale. Devi aspettare che il moncone si asciughi e si stacchi. Lo devi pulire se noti sangue o trasudante e appiccicoso, se lo vedi caldo e arrossato ti conviene chiedere un consulto medico. Finchè non è caduto naturalmente il bambino non deve fare il bagnetto. Come lo si pulisce? Con una garzina e un po' di disinfettante senza alcol. La zona non va poi coperta, puoi dunque mettere il pannolino tranquillamente.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione