SCUOLA DI CUCINA

Come si prepara il Bussolà forte, dolce tipico di Murano

LEGGI IN 2'

Tra i dolci veneti il Bussolà forte è uno di quelli più di nicchia, in quanto lo si trova soprattutto e quasi esclusivamente a Murano, dove la ricetta si tramanda all’interno delle famiglie. In realtà da qualche tempo la lista ingredienti e il metodo per farlo si riescono a trovare anche online, permettendo a tutti di provarlo.

Il dessert è una sorta di ciambella senza lievito, in cui la farina si mischia a spezie e melassa, per poi essere decorato con frutta secca, canditi e cioccolato fondente. In particolare, per mezzo chilo di farina abbiamo anche 2 uova, 170gr di zucchero bianco, 1 cucchiaio abbondante di cacao amaro, 5 cucchiai di melassa, 2 cucchiai di olio extravergine di oliva, 1 bicchierino di rum, spezie miste.

Per quanto riguarda queste ultime, va detto che il mix è molto personale e alcune panetterie tengono ben celato il segreto di queste polveri. In linea di massima sta quindi a noi andare un po’ a gusto, magari usando paprika e cannella o chiodi di garofano tritati a seconda delle preferenze.

Il Bussolà forte va poi decorato, come detto, con 100gr di mandorle, 50 gr di pinoli, 150gr di canditi misti fra cedro, arancia e se vogliamo anche ciliegie, 100gr di cioccolato fondente tritato. Si parte dall’impasto base, mescolando la farina con lo zucchero, il cacao, l’olio, il rum, le uova e le spezie, aggiungendo solo all’ultimo la melassa.

L’impasto non è morbido, quindi serve un po’ di sprint per mescolarlo o possiamo farci aiutare da un robot da cucina per amalgamare bene tutto. Se apparisse eccessivamente duro possiamo versare altra melassa. A questo punto aggiungiamo 2/3 delle decorazioni al composto e mescoliamo.

Il Bussolà forte va alloggiato in uno stampo per ciambella leggermente imburrato e infarinato e cotto in forno già caldo a 180° C per una mezz’ora. Al momento di sfornare, quando il dolce è ancora caldo, è il momento di completare la decorazione aggiungendo le mandorle, il cioccolato, i canditi e i pinoli che avevamo tenuto da parte.

Lasciamo raffreddare completamente prima di sformare dalla teglia e facciamo riposare un giorno intero prima di tagliare e consumare.

Leggi anche:

Articoli più recenti in questa sezione

Ogni giorno un nuovo trucco!

Vieni su Instagram per scoprire curiosità, trucchi per la tua casa e molto altro.

Cosa ne pensi?
INVIA
o Registrati a DonnaD per commentare.

Questo sito utilizza cookie propri e di terzi per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzando le tue preferenze e offrendoti funzionalità e contenuti pubblicitari personalizzati, anche incrociando i tuoi dati con quelli provenienti da altre fonti. Se scegli di proseguire nella navigazione, chiudi questo banner o clicca su “ACCETTA”, esprimi il consenso all’installazione dei cookie. In alternativa, seguendo questo link , potrai leggere la nostra cookie policy per esteso, nonché decidere a quali specifici cookie prestare o revocare il tuo consenso.

Accetta